giovedì 7 ottobre 2010

chi paga le tasse?

chi prende la paga. La badante ogni anno farà meglio a rivolgersi a un CAF. Sotto gli 8000 Euro complessivi per anno lavorato (se si lavora una porzione d'anno, esempio sei mesi, il limite diventa 4000) non si paga Irpef ma solo eventuali tasse comunali. Sopra gli 8000 euro, le eccedenze sono tassate al 23% fino a 15 mila euro. Oltre 15 mila Euro aumenta il valore percentuale della tassa.

19 commenti:

  1. mi sfugge qualcosa. La badante paga le tasse o le deve pagare a fine anno il datore di lavoro a parte?

    RispondiElimina
  2. il datore di lavoro semmai porta in deduzione sulla sua dichiarazione dei redditi quanto a pagato alla badante. La badante invece paga le sue tasse a parte perchè durante l'anno non le paga e non è tenuto nessuno a pagarle.

    RispondiElimina
  3. Salve. Scusate, scrivo per un chiarimento.Se ho capito bene ,la badante deve pagare 23% su reddito annuale che supera 8000 euro? Se io prendo 950 euro al mese per un anno il mio reddito sara 12x950=11400 euro. Devo pagare le tasse 23% su 3400 euro?

    RispondiElimina
  4. ti ho già detto la mia su colfbadanti in famiglia o come si chiama il blog dove hai scritto. Hai capito perfettamente, però devi aggiungerci un mese ulteriore a Natale per la tredicesima e puoi anche portare in detrazione a tuo favore eventuali spesi mediche (visite, scontrini farmacia ecc.) parenti a carico ecc. paghi le tasse solo sulla parte che eccede gli 8000 euro purchè tu abbia lavorato un anno. Se uno lavora sei mesi l'abbuono e la metà.

    RispondiElimina
  5. Mille grazie per la risposta Mariolino! Il problema e che io non ho preso questa somma! La famiglia non vuole pagare ne ferie, ne tredicesima! Pero nella busta paga e scritto che io prendo 945,30 euro.805 euro per 115 ore lavorativi x7 euro al ore. Poi 57,50 per tredicesimo stipendio. Poi 169,25 per vitto e alloggio e mi ha tolto 26,45 per contributi al carico di lavoratore. Somma totale da prendere 945,30 euro al mese. Pero io prendo solo 700 euro al mese no 945,30! Adesso devo pagare pure le tasse..... Non ho parole....

    RispondiElimina
  6. questa Italia no è grande sogno noi abitanti estero. Qui solo sfrutta e muratori muore e sparisce come sucesso mio amico in nero no assicurato.

    RispondiElimina
  7. prima tu trovi nuovo posto di lavoro nuovo, poi ti fai pagare con assegno perchè dici che hai paura a girari con soldi in tasca e poi tu vai dai sindacati e fai causa a tuo datore di lavoro. Quela busta e sbagiatissima e tu devi avere quello che è scritto sulla busta. Dopo paghi ilcud

    RispondiElimina
  8. dovrebbe trattarsi di un contratto badante convivente (dici che ti segnano vitto e alloggio) però poi scrivi anche che prendi 7 euro all'ora e allora sembrerebbe più un contratto ad ore (7 euro sono tanti per lavoro fisso da badante convivente).
    Faccio un esempio: se una badante a 54 ore settimanali prendesse 7 euro (oltre vitto e alloggio)in un mese guadagnerebbe 1.700 euro al mese netti che sono uno stipendio da quasi banchiere.
    Comunque sia fatta la tua busta paga, può essere che la cifra da prendere (quello che ti deve dare il tuo datore di lavoro), sia effettivamente circa 700 euro, e su quelli tu debba pagare eventualmente delle tasse.
    Il problema è comunque sempre di mettersi bene d'accordo prima di accettare qualsiasi lavoro. Quello che so succedere in giro, è che in alcuni casi il datore di lavoro denuncia 500 e poi paga 700 e non il contrario perchè in quel caso pagherebbe soldi in più all'Inps. Perchè dovrebbe farlo? Per poter detrarre il costo della badante? Ma al massimo può detrarre 2100 euro perchè denunciare tanto allora?
    Inoltre su pasti e alloggio non si pagano tasse. Anche se indicati in busta servono solo per dire che, in caso di mancata presenza al lavoro questi importi saranno dovuti in sostituzione del pasto. Guarda un esempio di prospetto paga qui:
    http://colfbadanti.blogspot.com/2010/10/la-busta-paga-resta-in-famiglia-se-la.html
    dimmi quante ore lavori al mese o quale è il tuo livello per capire quale cifra è dovuta.

    RispondiElimina
  9. Numero di ore settimanali: 25
    Retribuzione/compenso mensile:750.00
    Il lavoratore svolge servizio continuato e fruisce di vitto e alloggio? - si
    Il lavoratore abita con il datore di lavoro? - si
    Questo e scritto su documento da INPS " Denuncia raporto di lavoro domestico" Qui non ce livello ma mi pare che sono assunta in livello B . Non ho un contratto tra me e anziano che curo. Su ogni ricevuta trimestriale per contributi versati e scritto ore di lavoro- 325 e retribuzione orarie effetuata - 7,50.

    RispondiElimina
  10. Quando si assume in modo regolare una badante si manda una copia del rapporto di lavoro all'Inps, e se convivente va comunicato al comune e al commissariato di polizia o in questura. Da qualche parte devono esserci gli estremi dell'assunzione (cioè le cifre del contratto) Una copia resta al datore di lavoro e una al lavoratore (badante). E' sempre meglio essere pagati e pagare con assegno o bonifico postale o bancario per evitare discussioni a fine lavoro. Le buste paga vanno firmate, anche se la badante può sempre dire che la firma è stata estorta ma occorrono testimoni che lo confermino altrimenti fa fede quello che c'è sul contratto (la denuncia Inps). Il problema più grosso semmai è che con solo 25 ore settimanali non hai la detrazione dei famosi 8000 euro ma solo una parte di essi. In pratica se uno lavora a 80 Euro ora e fa 1 ora alla settimana, non vale per il fisco come chi fa 80 ore a 1 Euro ora.

    RispondiElimina
  11. State girando attorno a un non problema. Chi assume una badante convivente a 25 ore ovvio che fa il furbo (ma la legge glielo consente, quindi è uno intelligente). Che necessità ha uno di prendersi una persona in casa a mangiare a sbafo per un lavoro di 25 ore e poi perchè proprio 25 ore? Perchè da 24 ore a 25 salta uno scaglione di maggiori /minori contribuzioni Inps a 25 ore si paga un bel 30% in meno di contributi ora. Occhio che chi fa il giochetto delle 25 ore, rischia di trovarsi una vertenza della badante con alta probabilità che venga accolta. In questo caso si troverebbe a pagare quello che già paga più la rimanenza e i danni e tutto il cacio in coppa che ne consegue, senza poter dire che pagava in nero. La badante avrà in futuro un trattamento pensionistico inferiore di una che lavora a 54 ore è ovvio. Una che fa 25 ore settimana è come se lavorasse solo 6 mesi all'anno e quel bonus di tasse non pagabili fino a 8000 Euro ti slitta a 4000. Inoltre, in casa è una giungla è il datore di lavoro può fare qualsiasi cosa, pagare 100 e denunciare 50, tanto chi potrebbe controllare? Occhio che si parla già di controlli a tappeto sia per i datori di lavoro sia per le denunce dei redditi delle badanti. Però per adesso se ne parla e basta, non controllano i negozi volete che riescano a controllare le famiglie? No sicuramente, ma con una vertenza promossa dalla badante la perdita da parte del datore di lavoro è quasi scontata. Se la badante è assunta in nero è difficile che lo stato riesca a controllarla, ma se ha un contratto con tanto di contributi Inps state tranquilli che il Caf o il commercialista di turno di certo non sbagliano. Ormai lavorano tutti su programmi già fatti dove basta inserire la paga e basta. Il casino è all'atto del pagamento. Chi ha un contratto a 25 ore è svantaggiato rispetto a chi ne ha uno a 54. Altrimenti sarebbe stupido lavorare 54 ore a 728,91 euro (contratto livello B) quando quasi allo stesso prezzo ne puoi lavorare 25 e poi le altre 25 le vai a lavorare presso un'altra famiglia dove ne prendi altri 728,91.
    E' no così non va bene.
    Ma torniamo a bomba.
    25 ore settimana? quindi considerate 100 ore mese?
    Stipendio 750 euro (superiore al minimo di 728,91) diviso 100 ore uguale a 7,50 euro ora.
    Tutto regolare come dichiarazione all'Inps.
    I problemi cominciano quando si va in dichiarazione dei redditi. Per la badante sono botte da lasciarci le mani.

    RispondiElimina
  12. vi state attorcigliando in un non problema.
    25 ore conviventi non sono credibili ma sono consentite. se la badante fa una vertenza ci sono alte possibilità venga accolta e vinca e al datore di lavoro poi toccherà pagare anche quello non dato. Perchè 25 ore e non 24 perchè a 25 ore si comincia a pagare un 30% meno i contributi inps. I conti sono giusti 25 ore settimanali sono considerate 100 al mese e il contratto a livello B prevede 730 euro circa (750 sono più del minimo) che divisi per 100 danno una paga oraria di 7,50 euro ora. Chi lavora 25 ore però non paga le stesse tasse di chi ne lavora 50 perchè è come se lavorasse metà tempo e quindi la franchigia di 8000 euro slitta a 4000 oltre la quale si paga il 23%.
    Per la badante è un bello svantaggio. Inoltre con 25 orwe è praticamente come fare un part-time e si calcola tutto a metà. Es. chi perde il lavoro dopo 52 settimane piene di occupazione ha diritto ad una indennità di disoccupazione, chi fa quell'anno a metà ore non ha diritto a nulla.
    Altrimenti tutti lavorerebbero per due datori di lavoro per 25 ore l'uno beccandosi 730 di uno e 730 dell'altro. Molto di più dei 250 di una con una formazione ASA professionale che si ferma a 1250 euro.

    RispondiElimina
  13. In famiglia è un casino ognuno dichiara quel che vuole, ma quando si ha a che fare con Inps e quindi si è tracciabili le scritture sono regolari perche caf o commercialista usano programmi apposta che non sbagliano perchè basta mettere la paga e il codice di lavoro.

    RispondiElimina
  14. toni68 la tua nota Inps è regolare 325 ore sono giuste per il contratto a 25 ore che hai fatto il problema è che forse hai accettato per prendere il lavoro anche una situazione che poi ti chiede più ore di lavoro. lo strano è che la busta dica una cosa è il bollettino INPS un'altra ma il vitto e alloggio non fanno reddito e comunque una parte dei contributi sono a carico del lavoratore e quella cifra è giusta (circa). vai in un sindacato e se hai un posto di lavoro fai vertenza e la vinci.

    RispondiElimina
  15. Grazie dal cuore a tutti!Siete stati tanto gentili . Meglio prendere la valigia e me ne vado. Ho capito che in ogni caso devo pagare le tasse. Fine dicembre prendero totale 7700 euro pero pago lo stesso....Pensavo che sono inteligente ma non e cosi sono una grandissima paperina....

    RispondiElimina
  16. il problema e che occorre sempre mettere in chiaro bene le ose sia su orari di lavoro sia su paga sin dall'inizio altrimenti poi si lavora male e si è pagati peggio. Le tasse poi fanno il resto e l'Italia sembra un inferno.

    RispondiElimina
  17. è una tassa iniqua

    RispondiElimina
  18. più che iniqua mi sembra una tassa che va in acqua

    RispondiElimina
  19. assumano una badante straniera pensando che stanno risparmando mentre noi italiane siamo sfuttate e non regolarizzate ma e' giusto.....

    RispondiElimina

Quando un singolo post ha oltre 200 commenti, quelli eccedenti i primi 200, non vengono subito visualizzati. Per leggerli tutti è necessario cliccare qui sopra (quando viene inserito) il link:
"Carica altro..."