martedì 29 gennaio 2013

quanto costa licenziare la badante?

Chi va da un sindacato, paga 150-200 Euro la pratica di licenziamento, poi paga il preavviso di licenziamento, paga le eventuali ferie maturate e il TFR alla badante. Recentemente con una norma nuova di zecca, la Signora Fornero ha introdotto un nuovo balzello per le famiglie e cioè licenziare una badante avrà un costo accessorio. Per ogni anno di lavoro (quindi di anzianità) il datore di lavoro dovrà versare all'Aspi 483,50 Euro (indipendentemente dalla natura/causa  del licenziamento) che serviranno a finanziare l'indennità di disoccupazione erogata dallo stato alle badanti/colf.
Questo vale indipendentemente se la badante sparisce, o lavora 24 ore giorno, 54 ore settimanali o poche ore al mese. La somma massima da versare sarà a fine lavoro di 1450 Euro cioè tre anni di anzianità, (avranno fatto un conto che più di quello è difficile un anziano riesca a sopravvivere quando si arriva ad assume una badante).
Ci sarà sempre più lavoro nero e ospizi, che costano allo stato molto di più del lasciare che la famiglia si  coccoli da sola il suo anziano.

P.S.
Questa norma è stata abolita per le famiglie in data 8 Febbraio 2013
(presumibilmente sotto elezioni, era troppo impopolare).

155 commenti:

  1. buonasera. posso chiedere un'informazione. ma questa bella pensata della Fornero riguarda anche il caso in cui la badante venga licenziata per decesso dell'anziano??Credo che questo sia l'unicoa caso in cui uno venga licenziato perchè muore il datore di lavoro.Che dobbiamo fare tenerci la badante lo stesso per non pagare ed aspettare che finalmente si licenzi lei???magari per tornare a casa sua??

    RispondiElimina
  2. Se l'Inps pagasse il dovuto fallirebbe. Basti pensare ai contributi silenti, cioè a quei contributi versati per precari e quindi, badanti, colf e baby sitter in testa. Questi soldi servono solo per tenere in piedi il carrozzone, non verranno mai resi perché per averli occorrono (dopo la riforma Fornero) minimo 20 anni di contributi contro i 15 di prima. Ci sono milioni di lavoratori senza pensione e senza diritti. Il numero degli esodati a confronto è ridicolo, ma nessuno ne parla, al massimo si parla di Monte Paschi o di Balotelli.

    RispondiElimina
  3. Non centra la volontà o meno di licenziare perché quel contributo non centra con la giusta causa di licenziamento. In pratica, se la badate sparisce per 5 giorni e poi riappare la si licenzia in tronco per abbandono del lavoro, ma la tassa (perché la realtà di questo contributo è che si tratta di una tassa su chi può permettersi una badate) la si paga comunque. Prima c'era l'indennità di disoccupazione coperta dall'Inps adesso, non essendoci più nemmeno i soldi che un assistito versa ogni tre mesi, è saltata fuori questa tassa/assicurazione da versare all'Aspi. Queste vengono chiamate riforme. Domani potrebbe esserci la tassa su chi ride, perché è segno che non deve passarsela poi così male.
    Peggioriamo il caso. Se la badate ruba per abitudine ogni sei mesi e un giorno e viene perennemente licenziata per giusta causa vanno comunque versati 241,90 euro. Chi fa il ladro di professione non ha poi tempo di andare a chiedere un sostegno attraverso un ammortizzatore sociale. Questo è il lavoratore ideale della Fornero. Viva l'Italia.

    RispondiElimina
  4. La Fornero a fine mandato tornerà ad insegnare non si riesce a capire cosa, visto che le sue riforme sono state tutte (per sua stessa ammissione delle scommesse). Forse aprirà un programma su qualche rete locale, tipo "La maga Circe, scommesse sui videpoker" o magari "Totolotto, tutto sulla ruota di Napoli, cinquina fissa". Risultato della sua riforma sarà un ritorno delle donne italiane al lavoro da casalinghe, alla faccia delle quote rosa nelle aziende e al blocco delle badanti in regola. Del resto era prevedibile, prima hanno voluto far emergere il lavoro nero e adesso che è in chiaro botte da orbi sui tre anni retroattivi.

    RispondiElimina
  5. Monti è stato chiaro "occorre trovare chi ha soldi spicci", meglio se quasi poveri e disorganizzati. Con quelli troppo ricchi non si conclude mai nulla, soldi ball'estero e troppi avvocati. Come si vuol dire paga sempre scarpa grossa.

    RispondiElimina
  6. l'Italia è un posto scellerato per vivere. Stanno cercando di bloccare le assunzioni delle badanti.
    Uno può fare a meno di colf e baby sitter della badante un po' meno. Non puoi portare l'anziano al nido e spesso non lo puoi portare nemmeno al diurno a all'ospizio.
    A me sembra una norma assurda. ma siamo proprio sicuri che siamo ridotti a questo punto? Cos'è questa ASPI?

    RispondiElimina
  7. Purtroppo è tutto vero e la legge è in vigore dal primo Gennaio 2013. La cosa folle è che la legge c'è, ma non si sa a chi pagare questo che viene definito contributo al licenziamento, come a dire: "famiglia tu crei un disoccupato quindi paghi un pegno, una multa".
    L'ASPI (assicurazione sociale per l'impiego) non ha attualmente nessun modulo Inps per essere pagata... e non siamo ai tempi di Totò quando si pagava in contanti all'usciere.
    Questa tassa per legge andrà pagata sia in caso di licenziamento per giusta causa sia per morte dell'assistito. Tassa per essere morto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metto uno dei tanti link
      www.teleborsa.it/News/2013/01/29/cambiare-la-colf-e-diventato-un-lusso-704.html

      Elimina
  8. Ho una badante che assiste mia suocera, la quale si è licenziata perchè ci ha detto che ha trovato un lavoro da operaia. Spero che in questo caso questo balzello non sia dovuto.

    RispondiElimina
  9. Licenziare non è come dimettersi, perchè questi sono i due termini che solitamente si usano, quindi non creandosi una necessità di sussidio di disoccupazione (c'è già un lavoro nuovo pronto) non c'è nulla da pagare.
    Nessuno ha mai parlato di dimissioni volontarie, ma solo di "tassa" sul licenziamento.
    Si tratta di vedere ora come preparerà il modulo della tassa l'Inps e come reagiranno le badanti perchè potrebbero tutti cercare di costringere le badanti a dimettersi anzichè licenziarle. E' caos come al solito.
    Io immagino una badante che si dimette e che poi va in prova da un altro datore di lavoro e finito il periodo di prova quello la licenzia. Una badante assunta da un anziano (marito) da tre anni, che si dimette per lavorare per un anziana (moglie del primo) e dopo 4 mesi viene licenziata, Nulla sarebbe dovuto. ma aggirare l'ostacolo mi sembrerebbe troppo facile.

    RispondiElimina
  10. La legge emanata dal Governo Monti, dimostra, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto questo governo "tecnico" sia lontano, lontanissimo dalla gente e dai problemi quotidiani. Credo che la nuova e insopportabile gabella, imposta alle famiglie che scelgono di non usare le strutture per anziani, debba ESSERE MODIFICATA in quanto il Datore di Lavoro, NON PUO' aggiungere UN ULTERIORE COSTO a quelli già sopportati per essere in regola. Ritengo che l'unico escamotage in caso di licenziamento per giusta causa o decesso del badato sia quello di aiutare la badante a trovare un nuovo lavoro nel più breve tempo possibile in modo da convenire per le dimissioni o per un licenziamento concordato. Spero che l'Associazione Datori di Lavoro si faccia portavoce di questa problematica e riesca a far modificare questa nefandezza in tempi brevi.

    RispondiElimina
  11. l'idea sarebbe grandiosa ma il problema è che un lavoro in regola non si trova su due piedi e se una persona (la badante sta 15 giorni senza lavoro perde comunque quei 480 euro di tassa e se da tre anni lavora dallo stesso datore di lavoro basta un mese e mezzo senza lavoro per non recuperare più quei soldi. Del resto questi denari qualcuno li deve mettere allora saltano fuori tutte quelle agenzie sistema Badanti e che su queste per vivere devono farci la cresta sullo stipendio.
    Monti Fornero & C. stanno dieci piani sopra di noi. Basti pensare alle storie che coinvolgono il Monte Paschi e che si sta allargando a molte altre banche una delle quali era amministrata da un attuale ministro di questo governo.
    Non credo nessuno modificherà nulla. Monti applica più tasse che può adesso per darsi un margine per togliere qualcosa dopo ... ammesso qualcuno abbia il coraggio di votarlo.
    La Fornero avrà anche lei il suo momento con la badante, spero gli capiti una da 150 chili che mena a tutte le ore e parla un'altra lingua.
    I contributi INPS glieli offro io, basta che meni con vigore, così impara a capire il nostro mondo.

    RispondiElimina
  12. Sono tutti uguali gente che promette e non può mantenere tanto in Italia comandano i tedeschi come ai tempi di Mussolini.
    I nostri politici si limitano a seguire direttive europee e a mangiare e a foraggiare capipopolo che raccolgono voti uno a uno. In meridione non c'è lavoro per sbarcare il lunario, se non si vuole rubare in proprio, bisogna mettersi o con la mafia o con qualche partito cercando di capire poi chi sia dei due il meno peggio e non è una cosa così semplice e intuitiva.

    RispondiElimina
  13. il fatto è che tutti lavorano e pensano credendo che tutti siano come essi stessi sono. Monti crede che in Italia siano tutti come lui o al massimo più ricchi perchè disonesti. Neanche lontanamente gli viene il dubbio che il 95 percento non abbia possibilità di essere ne ricco ne disonesto perche se va bene ha un lavoro da dipendente.

    RispondiElimina
  14. La prossima novità di Monti sarà quella di mandare al lavoro gli anziani con la badante per non pagare le pensioni. Si andrà in pensione a 80 anni e se anche la badante avrà 80 anni si andra anche al lavoro con la badante e la badante della badante. Tanto lui ha soldi e il popolo bue puo continuare a tirare la cinghia tanto è avvezzo alla pratica.

    RispondiElimina
  15. purtroppo dovro prendere due badanti per mia mamma(ne ho una che ci sta giorno e notte ma mia madre non dorme e la badante non ce la fa più)quanto all incirca devo dare ad ognuna?considerando che chiaramente una ci stara' di giorno e l'altra di notte.grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La persona che farà la giornata e offrirà anche presenza notturna (senza intervenire, salvo casi eccezionali, da retribuire o da recuperare in altre ore della giornata). In questo caso, la paga minima corretta (cioè quella che protegge da qualsiasi vertenza) viene distribuita su 54 ore settimanale.
      12 ore (con due di pausa a circa metà del lavoro) 5+5 ore di lavoro e 2 di riposo.
      Domenica (24 ore di riposo)
      Mezza giornata libera (12 ore libere in un giorno da stabilire durante la settimana).
      26 giorni di ferie più tutte le ferie nazionali religiose e non.
      Paga base (cioè si può dare di più nulla di meno): 920,11 Euro inquadramento CS (cioè convivente, con esperienza ma senza nessun titolo di studio specifico per la mansione cioè non infermiera, OSS ecc.)
      Assistenza alla persona non autosufficienti, comprese le attività
      connesse alle esigenze di vitto dell'assistita, e pulizia della casa solo dove vive l'assistita.

      La persona che farà la notte dalle 20 alle 8 avrà solo mansioni di cura dell'assistita e il suo stipendio sarà di 1058,12 Euro senza obbligo di convivenza.

      Elimina
    2. grazie per la risposta!per fortuna una pschiatra ha trovato la dose giusta di farmaci per farla riposare sono 5 notti che dorme quindi ,spero di poterne tenere una sola(tra l'altro siamo stati molto fortunati e' veramente una cara signora).cmq di sicuro non avrei potuto tirar fuori quelle cifre,avrei dovuto pensare ad un altra soluzione.cmq consiglio a chi ha problemi come il mio(cioe' che la persona non dorme)di consultare uno psichiatra della usl che vengono velocemente,e di sicuro sono piu' qualificati dei md curanti che vanno a tentativi(mia mamma con alcuni farmaci aveva anche allucinazioni).grazie ancora!sonia

      Elimina
    3. Diciamo che per certe patologie rivolgersi ad un centro U.V.A. aiuta molto in tutto. Dalle cure all'accesso ai sussidi.
      Basta rivolgersi al proprio medico di base e chiedere una visita almeno da un geriatra per sospetta decadenza cognitiva. Solitamente rivolgendosi a geriatri che lavorano in strutture che possono rispondere in vario modo alle patologie degli anziani, si finisce li dove ci sono gli specialisti adeguati d'aiuto al "malato" e soprattutto alla famiglia. Poi l'assistente sociale del comune può meglio indirizzare verso strutture adatte che ci sono in tutte le città per trovare cure e dosaggi più appropriati per ogni paziente.
      Il fai da te con il medico di base non aiuta molto e non ha ne test ne esperienza adatta a fare giuste valutazioni.

      Elimina
  16. quella di giorno si prenderà circa 930 € al mese e quella di notte 1.150 € per un mese di notte 12 ore la prima e 12 la seconda e avranno due ore di pausa entrambe. Praticamente insostenibile poi ci sono 700 € di contributi per ognuna ogni tre mesi. Una miniera d'oro ci vorrebbe per mantenerle. A fine rapporto 500 euro ciascuna in tasse di licenziamento e 1000 di TFR e poi ci sono le tredicesime, le ferie la domenica e mezza giornata a settimana. un lavoro da fabbrica con il servizio che diventa ospedaliero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e alora che sinifika tyto koesto

      Elimina
  17. che significa quale cosa?

    RispondiElimina
  18. La cosa vergognosa è che non vedo trasmissioni televisive o articoli di giornale che trattino di questo aspetto. Questa norma non farà che aggravare il lavoro nero, sono sempre stata contraria all'evasione fiscale, ma qui si tratta di legittima difesa...
    La delusione nei confronti di Monti è totale, come sempre si spremono i poveri, tutte persone che per giunta fanno risparmiare allo stato parecchi soldi assistendo il loro caro e danno anche lavoro ad altra gente.

    RispondiElimina
  19. In realtà i giornali lo hanno scritto, ma con tutti i guai che ci sono in Italia, cosa vuoi che gliene importi di un milione, forse meno, di famiglie che hanno regolarizzato le badanti? Tutti, al mattino, prendono cappuccio e spread. Noi siamo una minoranza insignificante, anzi, che ho la badante in regola non lo racconto in giro, mi vergogno. e se succedesse qualcosa tanto ci sarebbe una sanatoria.Fanno il redditometro ma non controllano l'evidenza che hanno già in mano.

    RispondiElimina
  20. oggi , forse ieri, hanno tolto il trabocchetto dei 1500 Euro sui licenziamenti di colf e badanti.
    8-Febbraio-2013

    leggere qui

    http://www.investireoggi.it/fisco/licenziamento-badante-via-la-maxi-tassa-di-circa-1500-euro/

    RispondiElimina
  21. è tutta propaganda elettorale. Avranno fatto i conti e avranno visto che c'erano troppe famiglie (due tre e più elettori per nucleo che avrebbero votato contro Fornero e sopratutto Monti

    RispondiElimina
  22. non pensiamo di passarla liscia, appena fatto il nuovo governo la ripristineranno. lo stato ha bisogno di una montagna di soldi per riempire un vulcano spento dai debiti

    RispondiElimina
  23. ciao, ho un dubbio, se la badante è una straniera la legge vale lo stesso???
    grazie!

    RispondiElimina
  24. le leggi di uno stato valgono per quello stato e quelli che sono in quello stato.
    Che differenza fa se ruba (non paga le tasse) uno straniero o un italiano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, io sono una badante che lavora in nero ma nn per colpa mia e che il mio datore di lavoro nn vuole farmi il contratto di lavoro... ogni uno parla solo pe parlare

      Elimina
    2. ad una badante comunitaria interessa poco essere in regola perchè per avere la pensione italiana servono 20 anni di lavoro e ormai raggiungerli diventa sempre più difficile anche per un italiano. Invece le extracomunitarie hanno la necessità del contratto per avere il rinnovo del permesso di soggiorno. In una famiglia è è poi difficile ci siano ispezioni, non riescono a farlo nelle fabbriche. Qui è tutto un casino essere in regola e se un datore di lavoro vuole pagare ti paga comunque

      Elimina
  25. No matter if some one searches for his essential thing,
    thus he/she wants to be available that in detail,
    therefore that thing is maintained over here.

    Have a look at my web blog firmly against ball

    RispondiElimina
  26. Great info. Lucky me I discovered your website by accident
    (stumbleupon). I have book marked it for later!


    Also visit my homepage :: garbage disposal

    RispondiElimina
  27. il licenziamento costa comunque troppo

    RispondiElimina
  28. il TFR è un gioco al massacro più il funerale se l'assistito muore

    RispondiElimina
  29. se la famiglia mette in una struttura la loro mamma io come badante ho diritto alla desocupazione? grazie

    RispondiElimina
  30. se la famiglia mette in una struttura la loro mamma io come badante ho diritto alla desocupazione? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mirela
      non solo una badante (in regola ovviamente con il contratto) ma qualsiasi lavoratore ne ha diritto.
      Il lavoratore deve però trovarsi nella condizione di disoccupato in cerca di occupazione: è quindi indispensabile che fornisca al Centro per l’impiego, della provincia d'appartenenza, la dichiarazione di "immediata disponibilità" allo svolgimento di attività lavorativa. Che vuol dire essere disposti a fare qualsiasi lavoro ti trovino.

      Elimina
    2. Non è così semplice, non basta iscriversi a un Centro per l'Impiego, occorrono certi requisiti.
      Il lavoratore deve avere almeno 1 settimana di contributi versati che risalgono a 2 anni prima della data di cessazione dal lavoro e 1 anno di contribuzione nei 24 mesi precedenti la data di cessazione dal lavoro.
      Oppure, nei casi di requisiti ridotti, deve aver svolto almeno 78 giornate effettive di lavoro nell’anno precedente a quello in cui si presenta la domanda e ha almeno un contributo settimanale entro la fine del biennio precedente.

      Elimina
  31. La disoccupazione la paga lo stato italiano. Se una persona viene licenziata e resta senza lavoro deve iscriversi nelle liste dei "cercalavoro" e deve aver lavorato un periodo abbastanza lungo per meritarsi alcuni mesi di disoccupazione. Inoltre deve dimostrare di non rifiutare lavori e di cercarli.

    RispondiElimina
  32. è possibile congelare un contratto di lavoro ad una badante per sua richiesta in modo che possa assistere un suo parente ammalato in un paese non comunitario? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. congelare per quanto? il problema non è avere un permesso non retribuito oltre le ferie dove è facoltà' del datore di lavoro concederlo o meno. il problema è il permesso di soggiorno

      Elimina
  33. L'art. 19 del contratto nazionale dice:
    Per gravi e documentati motivi il lavoratore potrà chiedere un periodo di sospensione extraferiale senza maturazione di alcun elemento retributivo per un massimo di 12 mesi. IL datore di lavoro potrà o meno convenire con la richiesta.

    Quindi è il datore di lavoro che decide se accettare o meno la richiesta di sospensione dal lavoro. Per un lavoratore extracomunitario ci sarà da rispettarre la scadenza del suo permesso di soggiorno che dovrà rinnovare in Italia.

    RispondiElimina
  34. http://www.inps.it/portale/default.aspx?sID=0%3B5666%3B5667%3B&lastMenu=5667&iMenu=1

    RispondiElimina
  35. quellq che ho appena lasciato a casa si è presa quasi 12.000 Euro tra TFR, tredicesima e stipendio di Novembre

    RispondiElimina
  36. Buongiorno,vorrei tanto chiedere un informazione.ho 24 anni lavoro come badante da 6 mesi,faccio 10 ore di lavoro piu sabato 4 per un totale di 54 ore settimanale,stipendio 800€. La tittolare vuole cambiare il cantratto dicendomi che de non accetto il posto fisso mi licenzia,SI puo questa cosa?

    RispondiElimina
  37. avere 24 anni o altra età è ininfluente come lo è lavorare nello stesso posto per sei mesi. 10 ore + 4 il Sabato fanno correttamente un contratto di 54 ore settimanali.
    E' lo stipendio che non torna. Non so che livello tu abbia ma una CS (convivente con non autosufficiente) prende 937,78 Euro mese una C (convivente con autosufficiente) prende 882,62 Euro mese. Però al di là di queste cifre che vanno rispettate per ogni contratto regolare (sono gli stipendi minimi che eventualmente possono solo essere aumentati a piacimento dal datore di lavoro) non capisco la tua domanda.
    Cioè: "Se non accetto il posto fisso mi licenzia".
    Cosa intendi per "accettare il posto fisso?".
    Al di la di come tu intenda "posto fisso" o di cosa intenda la tua titolare (titolare??? lavori per un'agenzia o per una famiglia?), il contratto badanti prevede che si possa licenziare senza nessuna motivazione. Quindi qualsiasi cosa tu intenda puoi essere licenziata perchè per badanti, colf, maggiordomi, custodi ville ecc. il lavoro è basato sulla fiducia e quindi mancando questa anche per motivi futili, banali, impossibili, maniaci ecc. puoi essere licenziata.
    La mia domanda è tu lavori per una cooperativa, un'agenzia, ecc. o lavori per la persona che segui?

    RispondiElimina
  38. Grazie per la risposta.io lavoro per una famiglia cioe per la sorella dalla mia titolare,che e malata di alzaimer.lavoro fisso sarebbe da lunedi fino sabato alle 13. Avrei libero sabato pomeriggio e domenica.da un mese che andiamo avanti cosi,tutti i giorni la stesa cosa perche non voglio accettare fisso? E diventato uno stres sono stufa.li ho sempre deto che cosi non posso ho 24 anni,sono fidanzata....per niente sembra che non capisce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La famiglia che da lavoro è come una fabbrica che da lavoro. La cosa centrale è quel particolare lavoro. Se l'operaio lavora in una fabbrica di scarpe ma vuole fare rubinetti o lavorare mezza giornata e poi andare al cinema sono problemi dell'operaio. La fabbrica assume una persona per far scarpe perchè quello è il lavoro.

      Elimina
    2. Anonimo15 dicembre 2013 09:06
      tu sei fortunatissima (un po' meno per la paga). Ti hanno assunta alle ore che effettivamente fai.
      Il tuo problema è un'altro, giustamente a 24 anni non ci si può chiudere in una casa ma la famiglia non solo non può capire ma soprattutto non deve capire le esigenze del lavoratore quando queste sono atte a non svolgere correttamente il lavoro. Esiste un contratto nazionale e su questo ci si basa. Fare la badante è stressante, farlo per una persona ammalata di Alzheimer è doppiamente stressante, farlo 24 su 24 e immensamente stressante. Per vivere la tua vita hai bisogno di un lavoro a giornata e alla sera vai a casa del tuo fidanzato a dormire.

      Elimina
    3. Allora visto che siamo due ragazze che lavoriamo,io di giorno che mi andava benissimo cosi 10 ore all giorno,e l'altra ragazza di notte.a me mi dispiace anche perché la ragazza che fa le notti,ha detto a datore di lavoro che il fisso non lo vuole,e ha capito,io se lo detto non va bene...mo ha detto che io devo accettare il posto di fisso perché sono di giorno,e non l'altra che fa le notti.ma perché???

      Elimina
    4. Che situazione complicata, ma nemmeno tanto, anzi è la situazione più corretta che ci sia.
      Partiamo dal contratto.
      Esiste un contratto collettivo nazionale che dice che chi fa la notte, fa solo la notte e poi di giorno va a casa per i fatti suoi. L'inquadramento si chiama "lavoro notturno discontinuo". Quindi un lavoratore può essere assunto per svolgere, con discontinuità, prestazioni assistenziali di attesa notturna a favore di persone autosufficienti. L’orario di lavoro va dalle 20 alle 8. Il datore di lavoro, da cena, e prima colazione.
      Se è richiesta la sola presenza notturna, senza prestazioni assistenziali, l’orario di lavoro va dalle 21 e le 8 ... però la presenza la dai già tu. Con un Alzheimer solitamente serve una persona che dia assistenza anche di notte.
      Purtroppo per te quindi chi fa la notte puo' uscire di giorno chi è preso per il giorno nel tuo caso ha un livello CS (prende più soldi) ma deve stare in casa il giorno per lavorare e la notte per dare presenza e occasionalmente intervenire. La tua non è una condizione delle migliori ma nemmeno delle peggiori perchè almeno hai una persona che fa la notte.
      secondo me non ti licenzia in attesa di trovare una persona che lavori fissa giorno e notte, o forse vuole così perchè con due persone in casa si sente più tranquilla.

      Elimina
    5. Anonimo15 dicembre 2013 15:49
      per capire bene occorre vedere cosa prendete e se avete una casa vostra.. Quello che non capisco è perchè la tua datrice di lavoro non ti lascia uscire qualche notte tanto ha una persona apposta per la notte.

      Elimina
    6. però la regola è quella che hai adesso applicata, e quella che dice più esplicitamente Mariolino

      Elimina
    7. Ho deto che accetto anche il fisso,se la ragazza che farà il weekend mi viene incontro per farmi 2,3 notti pagando dal mio stipendi...pero la titolare non e d'accordo,magari viene un controllo e non vuole aver dei problemi.non so proprio come fare,il fisso e tropo non resisto tutto questo tempo in casa da lunedì all sabato.la sua commercialista ha detto che non ce altro modo di fare solo cosi,una ragazza fissa,e una per weekend...non voglio rimanere senza lavoro perché in giorno di oggi e difficile.oggi mi darà la risposta definitiva se mi licenzia....grazie per le risposte

      Elimina
    8. un controllo????????
      controllo di chi????
      L'unico controllo che può venire è dalla tua titolare.
      Chi vuoi che venga a controllare? Una persona può avere dei permessi retribuiti rinnovabili. Quando mai fanno controlli su chi lavora, al massimo possono fare controlli per vedere se sei in regola ma non se e quanto lavori.

      Elimina
    9. Cosi ha detto la mia titololare...lei quando fa il contratto deve fare una dichiarazione chi sarà come fissa,e poi per caso se succede che trova la ragazza in posto mio,avrà dei problemi.

      Elimina
    10. ma non diciamo cazzate. L'Inps non va nelle aziende e vuoi che venga a casa della tua titolare a controllare cosa poi?
      Le persone possono essere sostituite ogni giorno basta che le si paghi e ci sia lavoro vero non permessi di soggiorno costruiti. La ragazza che fa la notte se accetta può sostituirti anche di giorno. Sarebbe come andare a verificare in un supermercato perchè hanno cambiato le persone dei turni. Ogni azienda si gestisce come vuole e così ogni famiglia senza rendere conto a nessuno. Per arrivare li l'INPS dovreste essere voi due a denunciare delle irregolarità del lavoro. La badante che ho fa ferie quando ci mettiamo d'accordo e poi alla fine mese mando la situazione al commercialista, mica dico tutti i giorni al commercialista se è a casa se è ammalata o è in ferie.
      La tua datrice di lavoro si preoccupa di queste cazzate e non ha paura ad assumerti a 33 ore anzichè con le 54 che fai.
      Digli alla tua datrice di lavoro di darsi una regolata

      Elimina
  39. Da un mese dice dice allora se non accetti il fisso ti licenzio.ho detto va bene e non ce altra soluzione cosa posso fare...pero neanche non mi licenzia,non so perché ,magari ha pensato che prima ho lavorato in nero 2 mesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la storia del lavoro in nero secondo me non centra, magari vede che vai bene. Ritieniti comunque fortunata anche se l'età ti vorrebbe far vivere una vita più libera. Molte badanti che hanno un Alzheimer devono fare notte e giorno per gli stessi soldi o anche meno di quelli che prendi tu.

      Elimina
  40. la badante che avevo e pagavo profumatamente se n'è andata. Crede di aver fatto l'affare della sua vita perchè l'ho liquidata con 8 mila euro. Adesso imparerà com'è il mondo la fuori. Dove troverà i soldi per andare al mercato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine se mi licenzia,certamente mi deve licenziare lei,io non firmo niente.mi deve pagare qualcosa dopo 6 mesi di lavoro? Liquidazione,licenziamento,queste cose? Non so niente e la prima volta che ho il contrato di lavoro.grazie

      Elimina
    2. primo devi capire se sei in regola, cioè se paga i contributi per te e perchè ti da solo 800 Euro. Dopo 6 mesi ti spetta metà stipendio di tredicesimima (sei mesi sono metà anno) poi metà stipendio di licenziamento TFR, le ferie 13 giorni pagate se non le hai fatte poi ti deve dare 15 giorni di preavviso cioè dal momento che te lo scrive lavori ancora per 15 giorni. La differenza non è molta se ti licenzi tu perchè cambia solo la disoccupazione che ti da lo stato

      Elimina
    3. Si ,mi paga i contributi ho chiamato all inps per chiedere.sul mio contratto sono scritte 33 ore,paga oraria 5,85€, dovrei fare 6 ore piu meno,pero io ne faccio 10 ore,li ho detto come mai sono 33 ore,poi Io faccio di piu? Ha detto che e giusto cosi e solo una questione di ore però come paga va bene...non ho una busta paga.(mi fa il bonifico).

      Elimina
    4. è un tuo diritto avere un "Prospetto PAGA" ha un commercialista lo usi. Altrimenti se ti licenzia vai dai sindacati e digli che ti faceva fare 10 ore. La tua TITOLARE è in cerca di guai. 33 oe settimana non è giusto per niente. Porta come testimone l'altra ragazza.

      Elimina
    5. la paga non va bene la tua TITOLARE ci tiene a fare le cose in regola? Le faccia con 33 nore hai meno liquidazione meno tredicesima meno tutto.

      Elimina
    6. Come si fa...quando mi ha fatto il contratto di lavoro,la firma e messa dalla sig.per cui lavoro che ha Alzheimer,cioè la sua sorella a meso la mano sopra la sua portandogli la mano e così a firmato. Ho detto il contratto me la fatto lei,anche se non e in grado di leggere,scrivere. e la sua firma,si e vero ha detto per vedi che lei non e capace a fare queste cose..

      Elimina
    7. ma perchè non ti ha assunto la sorella "sana" ma "stronza"

      Elimina
    8. Non lo so...ma non sono la prima che ha dei problemi.la ragazza che c'era prima la tenuta in nero per 6,7 mesi poi la ragazza a messo un avocat,e li deve dare dei soldi...

      Elimina
    9. ma se poi nessuno paga va a finire che il processo va per le lunghe e i soldi arrivano magari fra un anno ma tu l'avvocato lo devi pagare subito. Cosa ti costa andare primaa da un sindacato che queste cose le gestisce di mestiere?

      Elimina
    10. quella dell'avvocato privato mi sembra una pessima idea quando si sa che ci sono enti che lo fanno già gratis o comunque senza far tirar fuori soldi ai propri assistiti

      Elimina
  41. Ieri sera e venuta dicendomi che mi da il preavviso di 15 giorni,e ultimo giorno di lavoro sarà 31/12/2013.Ha portato anche il foglio di licenziamento,dicendo ti licenzio io visto che tu non vuoi,mettici la firma e basta.ho detto non firmo niente adeso se e possibile che me la dai acasa,la lego bene poi domani firmo.Allora se rifiuti di firmare vediamo in altro modo,si va in tribunale cose del genere.cosa faccio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non c'è nessun tribunale da tirare in ballo ma la situazione è che il datore di lavoro può licenziarti quando vuole e tu firmi solo perchè ricevi la lettera non perchè accetti quello che c'è scritto.
      Tu devi solo scrivere. "FIRMA PER RICEVUTA" che vuol dire che hai ritirato quella lettera. Poi vai in un sindacato qualsiasi e gli fai vertenza. Non riavrai il lavoro ma potrai fargli pagare i due mesi in nero (cerca di avere prove chiare che li hai fatti e poi gli contesterai il contratto a 33 ore anzichè a 54 come facevi). Ce n'è a sufficienza per prendere un bel po' di denaro e magari fargli prendere delle multe così vedrà cosa vuol dire non dare un permesso notturno per timore che gli facciano un'ispezione e pagare èpoi 33 ore e invece chiederne 54. Puoi anche tirar fuori la storia della firma fatta fare a sua sorella. Non serve per contestare il licenziamento ma gli creerà problemi di certo con le tasse. Se la sorella è incapace di intendere e di volere deve essere dichiarata incapace e deve esserci un tutore dei beni nominato dal tribunale, non dal primo che gli prende la mano e la obbliga a firmare.

      Elimina
    2. Uff.Vertenze17 dicembre 2013 12:12

      ha ragione, vai da un qualsiasi sindacato (CISL, CGIL, UIL quello che ha più iscritti nella zona dove abiti, così prendi il più forte in zona) e ti daranno una mano con un loro avvocato. la tua titolare non ti porterà mai in tribunale perchè avrebbe tutto da perdere. Sarai tu invece a portarla e per contratti falsi e osissione di versamenti INPS. La porterai per averti fatto un contratto falso firmato da persona incapace.

      Elimina
    3. La gente va a prendersi grane inutile e i commercialisti ancor più stupidi li consigliano male

      Elimina
    4. Grazie per le risposte,sono un po più tranquilla...secondo voi e meglio andare da un sindacato,ho dà un avvocato? Ho fatto un appuntamento per domani con una avocata.all primo appuntamento li devo pagare? Grazie mille

      Elimina
    5. Sei matta??? L'avvocato lo paghi tu. Vai all'ufficio vertenze di un sindacato che ti fanno tutto gratis e l'avvocato lo mettono loro. Un avvocato privato ti costa una cifra alla fine e non è detto lo paghi chi perde anche se dovrebbe essere così. Un sindacato ha tutto interesse a vincere un avvocato non è detto.
      Vai da un sindacato

      Elimina
    6. dissdici subito l'appuntamento dall'avvocato e vai dal sindacato. Loro hanno un ufficio apposta per le vertenze.

      Elimina
    7. il datore di lavoro licenzia quando gli pare. Non si può rifiutare un licenziamento come il datore di lavoro non può rifiutare le dimissioni che una badante gli da.

      Elimina
  42. Ho chiamato l'avvocata ho annullato l'appuntamento.oggi volevo andare all ufficio di vertenze però sono chiusi oggi,quelli di via Pedrotti 5 torino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiusi??? perchè??? quelli della CGIL di via Pedrotti sono aperti tutti i giorni feriali esclusi il Giovedì e il Sabato orari ufficio 9-12,30 e 14-18 ... ti chiederanno di iscriverti alla cGIL ma poi tutto il resto è gratis. Se puoi. scegli l'opzione di farti trattenere una piccola percentuale in busta paga così paghi solo la tessera quando lavori

      Elimina
    2. ma a che ora sei andata? Ti hanno detto perchè erano chiusi? Quella li è una sede principale mica un ufficietto di periferia.
      Prova prima di andare a dare un colpo di telefono al numero 011 2873688

      Elimina
    3. Informazioni vertenze per:
      Commercio, Turismo, Vigilanza, Parrucchieri, Colf, Portieri, Imprese di pulizia, Studi Professionali
      Orari di apertura al pubblico:
      lunedì, martedì, mercoledì, venerdì 9,00-12,30/14,00-18,00
      Telefono 011.24.42.386/265

      Elimina
    4. Prima di andare in via Pedrotti 5,ho chiamato mi ha detto che era andato a un corso.

      Elimina
    5. vabbè ma non ti hanno detto quando tornava? Non è che era andato in Corso Allamano ... a Torino ci sono solo corsi alla mano, ai piedi, al tram, all'auto, alla bicicletta ecc.

      Elimina
    6. Non hai capito...ho chiamati all mattino per chiedere informazioni sul mio problema di lavoro.e mi ha detto purtroppo adeso la persona che si occupa di queste cose di lavori è andato a fare un corso...di cosa non lo so.lunedi mattina vado.

      Elimina
    7. digli che se non lo fanno loro vai dalla concorrenza
      CISL Torino Uff. Vertenze
      TORINO
      via Barbaroux, 43 – Tel. 011 - 5620908 / 545527 / 530272 / 5176258 / 533951
      http://www.torino.cisl.it/pag_ufficiovertenze.html

      Elimina
    8. i sindacati guadagnano con queste vertenze con la tessera d'iscrizione ma soprattutto con le spese processuali fatte pagare al datore di lavoro

      Elimina
    9. a Natale non si licenzia nessuno, auguri a tutti

      Elimina
  43. Posso avere la disoccupazione,dopo,6 mesi di lavoro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo (Ravenna)19 dicembre 2013 11:58

      La vedo dura.
      Per avere la disoccupazione occorre avere almeno 52 settimane lavorate negli ultimi due anni e avere almeno due anni di contributi inps.
      Mi spiego.
      Lo stato non regala nulla perchè lo stato ci da se lo stato che siamo noi, da noi ha avuto prima.
      Se negli ultimi due anni hai sempre lavorato può arrivare ad un massimo di sei mesi di disoccupazione.
      Oppure se hai lavorato in Italia per almeno due anni con contributi versati (in regola) in tutto il tempo che sei stata in Italia, e hai 52 settimane di contributi versati (cioè se negli ultimi due anni hai lavorato almeno almeno per 52 settimane con contratto regolare), per esempio sei mesi questo anno e sei mesi lo scorso anno.

      Elimina
  44. Ho capito...allora niente non ho lavorato abbastanza...
    grazie per la risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu vai lo stesso al centro per l'impiego di Torino
      http://www.provincia.torino.gov.it/sportello-lavoro/centri_impiego/torino
      loro saranno più precisi e magari ti trovano qualcosa di meglio

      Elimina
  45. salve , io sono un badante da vicenza, lavoro 8 ore al giorno più altre 8 ore divise di sabato. Tengo a precisare che sono in nero. Mio titolare mi ha fatto solo un contratto di 3 mesi con 25 ore alla settimana. Non mi paga niente in più. In mese di agosto mi ha pagato la settimana di ferragosto(sono stata a casa) ma con la condizione di recuperarla. Tengo a precisare che io lavoro tutte la feste legali(cioè 1 maggio, 25 aprile, etc) Il mio stipendio e di 800 euro al mese, nn convivo con loro. Inoltre io da loro ho consumato solo carta igienica, acqua la bevo dal rubinetto nn posso bere ne anche un bicchiere di succo(se me la compro la bevo). VOI COSA PENSATE E GIUSTO E QUALE CONSIGLIO MI DATE???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nessun consiglio da me perchè sono decisioni che puoi prendere solo tu.
      se vai da un sindacato devi dimostrare che lavori li e se hai testimoni e prove vinci la vertenza e il tuo datore di lavoro deve pagarti tutto. però di certo ti licenzierà.
      Non capisco un contratto in nero a 25 ore settimana. Non è che invece hai un contratto reale solo a 25 ore. Perchè il tuo è un contratto che sognano in molte solo 8 ore di lavoro (al massimo potrebbe passarti il pranzo di mezzogiorno. Solitamente non essere conviventi viene considerato dalle badanti un vantaggio perchè c'è molta più libertà. Con la convivenza devi restare in casa anche la notte. Dovresti avere comunque i tuoi 26 giorni di ferie pagati e non a recupero, così come le altre feste che vanno pagate e fatte. c'è chi sta peggio anche se il tuo contratto in nero non è un granchè. Ma tu vuoi stare la notte a casa tua o al lavoro

      Elimina
  46. nn mi sono spiegata, il mio titolare mi ha fato un contratto di 3 messi, dal 5 novembre 2012 al 31 gennaio 2013 e nn con 40 ore alla settimana ma con 25 ore. E io lavoro da lui dal 1 ottobre 2011. E nn mi ha pagato un centesimo in piu per la feste ho per le ferie. E quale e vantaggio di nn essere conviventi??? Meta stipendio pago affitto e resto vanno alle bollette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i problemi sono tre
      tu hai lavorato regolare per un certo periodo con un contratto a 25 ore ma in realtà ne hai fatte sempre 40, quindi eri regolare in quei tre mesi ma sottopagata. Guarda comunque che il contratto a 54 ore convivente viene pagato 900 euro al mese circa. Il problema è che tu non fai feste e non fai ferie e quindi è come se tu lavorassi per una cooperativa. in più non prendi tredicesima e non prenderai il TFR (il licenziamento che è pari a una mensilità in più) Una badante in pratica prende la paga per 14 mesi e ne lavora 11. Quale è il vantaggio di non essere conviventi? Lo puoi leggere in tutte le chat o i blog (anche qui) dove entri. Essere conviventi vuol dire essere prigionieri in una casa per 5 giorni e mezzo se sei in regola o mesi e mesi se sei in nero. Ovviamente questa libertà ha dei costi (avere in affitto un altra casa o una stanza con altre badanti è un peso). Sono scelte da fare. Tu cosa sei disposta a fare e a quale paga? Lavoro ce n'è in giro, occorre solo sapere a cosa si vuole e si può rinunciare. se ti offrissero 900 Euro mese ferie, tredicesima, TFR convivenza tutto pagato ma con obbligo di stare in casa della persona o delle persone che assisti 6 giorni a settimana tu ci staresti? Guarda che è un bel sacrificio. Nessuno regala niente per niente prova a leggere qui che lamentele https://www.facebook.com/login.php?next=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fgroups%2Fbadanti%2F
      E' un gruppo di badanti su facebook

      Elimina
    2. per avere un buon contratto occorre continuare a chiedere ogni volta che si vanno cose buone. Piccole richieste un po' alla volta. non vedo per te altra via d'uscita.

      Elimina
    3. Marino so c osa significa fare badante convivente e lo fato per quasi 7 anni.... nn ho paura di lavorare nn sono una persona che ha amiche ho fidanzato... sono una che chiede serietà e offre serieta..

      Elimina
    4. Anonimo a chiedere cosa??? Ne anche un bicchiere di suco, se mi serve devo comprarmelo...
      E tutto questo e a vicenza............

      Elimina
    5. Mariana Badescu, non lavori in Italia da un giorno, sai com'è il contratto, è ovvio che la regola è essere in regola con tutto. dare consigli è difficile in una situazione del genere perchè non prendi malissimo da dover rinunciare apertamente a quel lavoro ma le regole che ti chiedono di rispettare sono fuori contratto. L'unica soluzione che anche tu starai valutando è quella di tenerti buono quel lavoro finchè non ne trovi uno meglio anche se oggi il mercato è strapieno di OSS e ASA che si adattano a fare la badante in attesa che una casa di riposo le chiami con uno stipendio fisso per sempre. come ho letto forse potresti chiedere qualcosa in più per il buon servizio che dai. Gli anziani si affezionano alle persone che li aiutano e non sono mai così desiderosi di cambiare badante, anche se quella che hanno non va bene bene hanno sempre timore che ne arrivi una con la quale si sta male male.

      Elimina
    6. aggiungo una cosina ... ho una badante, non mi metto a controllare quanto beve o mangia ... sarebbe impossibile su una settimana tenerne conto.

      Elimina
  47. per il mio datore di lavoro nn e impossibile, io ho la mia bottiglia di acqua di rubinetto e nn mi permetto di toccare la sua di sprite ho lemon soda.-........ ma sai che mi fa incazzare di piu... lui ha presso un anno di permesso straordinario( legge 104) per stare con suo padre e sono giorni che nn si vede a casa..e guarda le leggi le conosco meglio io di lui.... ma solo che nn mi va di fare cativa.... per inps lui deve pagare una multa da 1500 a 12000 euro piu 30 euro per ogni giorno che io sono li in nero piu tutti i miei contributi e differenza di ore... sono straniera ma nn una scema come mi considera lui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma che centra il permesso che ha preso lui con te? Se tu pensi che ti debba soldi fagli una vertenza perdi il lavoro ma prendi i soldi perchè vinci la causa. Non è questione di essere buoni o cattivi e questione di essere giusti e chiedereil giusto che spetta.

      Elimina
    2. dove vai se giustizia non ce l'hai?

      Elimina
    3. Mariana Badescu, se prendi un permesso straordinarion per motivi famigliari quell'anno poi te lo gestisci come vuoi. La legge 104 alla quale fai riferimento tu da diritto a tre giorni al mese retribuiti. Nessuno ti paga per stare a casa tua a cambiare pannoloni altrimenti non ci sarebbe bisogno di badanti. Lo dico sempre le badanti interpretano le leggi in modo molto artistico.

      Elimina
    4. Salve,dove poso andare per sapere se ho diritto alla disoccupazione?

      Elimina
    5. devi avere delle settimane minime di lavoro, ma devi andare subito al centro per l'impiego dire che sei in quelle condizioni e iscriverti subito nelle liste dei disoccupati e poi immediatamente al sindacato che più ti piace, poi pensano loro a farti tutti i documenti per prendere la disoccupazione.

      Elimina
    6. Grazie per la risposta

      Elimina
  48. Buongiorno io sono una ragazza di 23anni sto lavorando come una badante da tre mesi ora ho deciso di dimettersi perché non c'è la faccio perché sogni giorno mal di testa allora sul contratto e scritto che devo lavorare 54ore a settimana ma ne faccio di più allora mi spiego lavori dal lunedì alla domenica soltanto che la domenica vado a casa dalle 11 torno 19:30 non ore di riposo quando chiedo l altra badante di aiutarmi si rifiuta la signora e disabile la devo alzare io tutto il giorno da sola questa ad altra badante lei quando viene fa solo da mangiare alla signora e basta le altre cose le faccio io quando chiedo un auito mi rispondono se non mi va bene di andarmene ce molta complicità tra l altra badante è la famiglia lei arriva alle 8:30 va via quando le pare questa prende più di me io prendo 900 e lei lavora dalle 8:30 alle 13 prende1200 sono veramente stanca lunedì ho dato le mie dimissioni. Però. Ho paura che che l INPS mi blocca il permesso di soggiorno. Perché. Sto facendo l aggiornamento del permesso di soggiorno. L 8 di questo mese sono andata in questura a prendermi l impronte digitali ed ora aspetto che mi chiamano per il ritiro del permesso. Io ho il permesso per motivo famigliari ed è. La seconda volta che faccio il permesso di soggiorno Auitooo. Questo è mio primo lavoro no so niente

    RispondiElimina
  49. Buongiorno io sono una ragazza di 23anni sto lavorando come una badante da tre mesi ora ho deciso di dimettersi perché non c'è la faccio perché sogni giorno mal di testa allora sul contratto e scritto che devo lavorare 54ore a settimana ma ne faccio di più allora mi spiego lavori dal lunedì alla domenica soltanto che la domenica vado a casa dalle 11 torno 19:30 non ore di riposo quando chiedo l altra badante di aiutarmi si rifiuta la signora e disabile la devo alzare io tutto il giorno da sola questa ad altra badante lei quando viene fa solo da mangiare alla signora e basta le altre cose le faccio io quando chiedo un auito mi rispondono se non mi va bene di andarmene ce molta complicità tra l altra badante è la famiglia lei arriva alle 8:30 va via quando le pare questa prende più di me io prendo 900 e lei lavora dalle 8:30 alle 13 prende1200 sono veramente stanca lunedì ho dato le mie dimissioni. Però. Ho paura che che l INPS mi blocca il permesso di soggiorno. Perché. Sto facendo l aggiornamento del permesso di soggiorno. L 8 di questo mese sono andata in questura a prendermi l impronte digitali ed ora aspetto che mi chiamano per il ritiro del permesso. Io ho il permesso per motivo famigliari ed è. La seconda volta che faccio il permesso di soggiorno Auitooo. Questo è mio primo lavoro no so niente

    RispondiElimina
  50. Io ho 24 anni e cerco lavoro come badante,pulizie qualsiasi lavoro.in giorno di oggi chi ha lavoro e fortunato,con la crisi che ce....

    RispondiElimina
  51. Mi scuso, domandina, se posso: la badante convivente, che si licenzia a causa del matrimonio (non puoi più lavorare per 24 ore!!) potrebbe chiedere indennità per disoccupazione??

    RispondiElimina
  52. Salve....ho anche io una domanda...io nn sono cosi consapevole degle legi e nn so mai niente ....Ma lavoro da 2 anni ed 11 messi con una signora anziana , che adesso gli figli lo vogliono mettere in un asilo per lei perche la sua malatia e andata troppo avvanti. Per piacere se qualcuno mi puo dire cosa prendo adesso quando mi licenziano , e come devo fare con i documenti per dissocupazzione.Io lavoro tutta la settimana ,senza liberi, senza avermi pagata un soldo in piu per le ferie ed altro! Grazzie mille !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per prima cosa prenditi qualche ore di riposo e cerca sindacalista, devi spiegare bene situazione e lui ti fa i conti quanto ti devono pagare. Per prima cosa non devi fare passare liscio tutte le ferie non pagate, hai lavorato è ora i tuoi soldi ti devi prendere, e poi dopo licenziamento hai diritto di disocupazione.

      Elimina
  53. Lavoro da 3ani con una anziana,e voglio licenziarmi,non ce la facio piu,si e pegiorata la signiora e i figli non rispetano contratto fatto....vogliono che sto chiusa 24 su24 chiusa,senza uscire 2 ore,,cosa perdo???non ce la facio piu e loro non mi licenzia,io non poso lasciare la signiora da sola e uscire...sono matti certi figli

    RispondiElimina
  54. licenziare costa quasi come un funerale

    RispondiElimina
  55. ho appena subito l'abbandono della badante perchè ormai aveva abbastanza soldi per finire la casa in Romania. E' stata qui da noi 6 anni e di punto in bianco ci ha detto. Ciao torno a casa fra 15 giorni e intanto prendo 10 giorni di ferie così datemi i miei soldi entro entro la settimana. E' stato bello stare con voi ma adesso non ho più bisogno e torno dai miei. Tutto lecito. Però in 5 giorni dobbiamo trovare 8000 euro per un mese di lavoro e il TFR e di colpo uno di noi dovrà lasciare il lavoro di colpo perchè le dimissioni sono praticamente immediate. Bella roba.

    RispondiElimina
  56. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  57. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  58. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  59. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  60. Buona sera! Lavoro come badante CS a tempo indeterminato 25,00 ore settimanali con la signora stipendio mio 750,00€ al mese, però io faccio anche il marito di la signora dal 01 / 08 / 2012 fino a adesso, allora se come il marito di la signora ho regalata a mi 5,000€ il 06 / 07 / 2015, adesso i figli di lui dicono a mi che devo andare via, i figli di lui vogliono fare la lettera di licenziamento però stanno cercando qualche motivo brutto a mi. Vorrei sapere che cosa devo fa io.E grazie mille! Da fatna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. contro un licenziamento non puoi fare nulla perchè per il lavoro di badante non occorre cercare un motivo. Essendo un lavoro di fiducia se il datore di lavoro perde la fiducia può licenziarti basta che ti dia il periodo pagato di preavviso (15 giorni) ma 5mila Euro sono un bel regalo e quindi immagino la loro preoccupazione. Se sono usciti 5000 Euro potrebbero uscirne altri. Prova andare a un sindacato il mangiare te lo dovevano, facciamo 5 euro a giorno sono 150 euro mese e 1800 all'anno, con 5000 euro ci si fanno 3 anni. prova a sentire cosa ti consigliano loro perchè il pranzo e cena (almeno due pasti giorni sono dovuti)

      Elimina
  61. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  62. E poi io vivo con la signora e il marito di la signora 24 / 24 dal 01 / 08 / 2012 fino a adesso. il giorno mio che libera ogni 15 giorni solo sabato e domenica.però il contratto di lavoro ho scritta senza mangiare e senza vivo con loro. Però io sto con loro 24 / 24.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è un po complicata la risposta perchè non si capisce molto bene la situazione che di certo non è corretta. Io non riesco a capire perchè certe persone riescono a prendere molto più di quello che dovrebbero e altre nemmeno il minimo che dovrebbero.

      Elimina
  63. Fati El Mardia, il tuo nome mi fa pensare che tu non sia una persona europea e se non lo sei vorrei capire come fai ad ottenere il permesso di soggiorno con solo 25 ore di lavoro a contratto?

    RispondiElimina
  64. Al di là che il nome è di sicure origini marocchine, non credo sia tanto il numero di ore, quanto invece quanto queste ore sono pagate. Se non sbaglio lo stipendio mensile deve essere almeno pari alla pensione sociale italiana per avere diritto al permesso di soggiorno (attorno alle 500 Euro mese), quindi il problema non si pone perchè tu dici che prendi 750 Euro mese. quello che non va è tutto il resto. Quante ore lavori effettivamente con quelle persone perchè non conta quante persone hai da seguire ma per quante ore le segui. Al di la di questo i giorni liberi sono uno la settimana più mezza giornata libera nella stessa settimana. Ogni giorno hai due ore libere. E' ovvio che se effettivamente fai solo 5 ore giorno potrebbero aver concordato con te di darti alloggio anche se con 5 ore al giorno tu potresti poi andare dove vuoi e tornare il giorno dopo. Bisogna capire meglio per poter dire.

    RispondiElimina
  65. E' inutile parlare del lavoro, qui ci sono 5000 euro che ballano. La paura dei parenti sarà che si inizia con 5 e dopo qualche mese sparisce anche la casa. Non si può accettare un "REGALO" di 5000 Euro da un anziano se si è onesti.

    RispondiElimina
  66. Cara Signora Fati El Madia,
    5000 Euro sono una cifra importante anche se lei lavora molte ore e se li meriterebbe non possono essere presi come regalo, vanno motivati. 5000 Euro sono 6 mesi di lavoro di tanta gente che lavora in fabbriche e non li prende a fine lavoro quando va in pensione. Occorre avere anche rispetto del denaro altrui e chiedere certamente e giustamente rispetto per il proprio lavoro. Se io avessi in casa una badante che so capace di convincere mio padre a dargli 5000 Euro sull'unghia, la manderei via di certo senza pensarci due volte. Se li ha presi una volta li prenderà una seconda e una terza e chissà quante altre volte. Viene a mancare un rapporto di fiducia. lei in un mese di duro lavoro prende 750 Euro e poi così per premio bprende sette volte tanto??? Ma come se la spiega questa situazione? Come pensa se la spieghino i parenti di quella persona che regala 5000 Euro???

    RispondiElimina
  67. a me questa discussione fa venire la grattarola.

    RispondiElimina
  68. Anche io ho lavorato come badanta per un anzi an 7 ani fino oggi quando i figli di vecchio mi vuole licenziare.sono in ferie e mi hanno telefonat che no mi vuole il vecchio.in 2009 mi hanno fato contratto di 25 ore a settimana .mi hanno pagato 500 euro però stavo come convivente con domenica libera12 ore e giovedì 6 ore .in 2011 mi hanno fato un nuovo contratto perche2 anni nu sonno arrivate di pagare contribute.e di 2011 non sono pagate più.mi posso licenziare ? Che devo fare io? Mi hanno detto devo andare a prendere le mie cose da casa loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sia tu puoi andartene via il datore di lavoro può licenziati senza motivo. Puoi solo andare dai sindacati a vedere se riesci ad avere quello che dovevano pagarti.

      Elimina
  69. Ho subito molte insulti sono stata anche picchiata di figlia di vecchio perché il vecchio era di mia parte lo ho voluto bene anziano are 94 ani volevo stare vicino fino la fine però quando sono martellata dietro voglio i mio dirite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma per 7 anni non hai capito in che condizioni eri?

      Elimina
    2. Ho capito però ho visto come si comportano i figli con il vecchio anche a lui ha picchiato figlia e io sono messa in mezzo per separarli la figlia ha graffiato il vecchio il vecchio e and at anche a dottore

      Elimina
    3. Come si fa a mettersi di mezzo tra genitori e figli? E poi per quale ragione ... per la badante ???????

      Elimina
  70. Ma dove sono queste badanti che si lasciano picchiare e accettano 500 euro al mese? Io trovo solo rumene che mi impongono 1300 euro al mese in regola, con i contributi e mi dettano loro il menu come se io fossi la lavorate e pretendono che avvisi quando vado a trovare mia madre, con due mesi di ferie all'anno pagate e il Sabato e la Domenica libera. E non ditemi che sono razzista perché dove abito ci sono italiani rumeni e cinesi. Gli italiani lavorano in fabbrica, i cinesi in negozi o ristoranti e le rumene solo badanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando sono arrivata in Itala per lavoro in sud così pagano le badante e i figli diceva che loro no hanno soldi di pagare di più e il vecchio che paga ve il mio stipendio paga ve le bollette e cibo per tutti due di 1200 euro i figlio no aiuta ve più io mi sono affezionata di vecchio era come un padre per me

      Elimina
    2. Ogni famiglia ogni fabbrica propone una paga. Chi cerca lavoro può prendere o lasciare.

      Elimina
  71. Il vecchio are una pensione di 1200 euro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che brutto dire " il vecchio " sembra si stia parlando di cassette della frutta...

      Elimina
  72. Buona sera! Lavoro come badante CS a tempo indeterminato parziale senza vitto e alloggio.25,00 ore settimanali, Inquadramento : C S Livelli CCNL vigente, Retribuzione lorda : € 6,37, lorde orarie Orario di lavoro : Mattina Pomeriggio Lun 09 : 14 Mar 09 : 13 Mer 09 : 13 Gio 09 : 13 Ven 09 : 13 Sab 09 : 13. in caso di necessità, previo avviso verbale, l'orario di lavoro può subire variazioni. Per quanto non specificamente previsto si provvederà di volta in volta, di comune accordo, nella benevola comprensione delle reciproche esigenze e istanze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È scritto perfettamente, in italiano corretto, ma non si capisce molto. Cosa reclami. Che razza di contratto hai accettato di fare?
      Non lamentatevi se accettate contratti impossibile

      Elimina
    2. E' una richiesta di lavoro. Si è mai sentito una persona che va alla FIAT o da qualsiasi altra parte e detta gli orari?
      La paga oraria per una persona del genere, livello CS innanzitutto è 6,58 euro che moltiplicati per 25 danno 164,5 Euro di paga ma la cosa più interessante è che in un mese i giorni di paga in questo modo diventano 26 o 27 e quindi avrete da tirar fuori altri 50/1000 euro e mi raccomando niente elasticità perchè se fate tardi salta subito fuori l'ora straordinaria quindi se rigate dritto sono non meno di 700 Euro al mese. Pensate a quante badanti trovate per questa cifra che stanno da voi tutto il giorno ma se proprio volete essere in regola potete anche pagarla 950 euro mese. Cioè con 6,58 euro in più al giorno avete a casa una persona convivente. Il mondo è pieno di furbi.

      Elimina
    3. Anonimo 10 Settembre, non so se pensare a un orario del dentista o a un orario ferroviario, leggendo il tuo scritto. Sembra una di quelle cose che alla fine devi decidere se prendere l'autobus o il Taxi perchè il treno viaggia su binari fissi e a orari troppo suoi

      Elimina
  73. Allora io lavoro per una persona anvice lavoro anche per il marito, stipendio 750,00€ al mese da tre anni, io prendo solo un giorno settimana libera, il marito di la signora ho regalata a mi 5000€ al 06 / 07 / 2015 e poi io ho chiamato il figlio maggiore di lui subito ho detto il padre tuo ho regalata a mi soldi, lui parla con il padre avanti a mi, il padre dice la ragazza lo merita, e poi il figlio rispondi va bene ok. adesso l'altri i figli due non stanno d'accordo decono a mi che devo andare via. Adesso io no lo so come faccio. E grazie mille! Da fati marocchina permesso di soggiorno valido fino illimitata. soggiornante di lungo periodo - UE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cosa centra il permesso illimitato UE con questa storia. 5000euro non li regala nessuno. NON È NORMALE. Bisogna lavorarsi bene le persone per farsi dare 5000 €

      Elimina
    2. ci sono persone assatanate di denaro non rubano ma incantano le persone a dargli i soldi in mano. questa gente dovrebbe finire in tribunale. Come è possibile pensare che la paga di 6 mesi sia un regalo? Non stiamo parlando di una grande industria che ti manda a casa a zero ore dopo magari 30 anni di lavoro, stoiamo parlando di una persona che prende 5.ooo € dopo soli 3 anni

      Elimina
  74. Allora io lavoro per una persona anvice lavoro anche per il marito, stipendio 750,00€ al mese da tre anni, io prendo solo un giorno settimana libera, il marito di la signora ho regalata a mi 5000€ al 06 / 07 / 2015 e poi io ho chiamato il figlio maggiore di lui subito ho detto il padre tuo ho regalata a mi soldi, lui parla con il padre avanti a mi, il padre dice la ragazza lo merita, e poi il figlio rispondi va bene ok. adesso l'altri i figli due non stanno d'accordo decono a mi che devo andare via. Adesso io no lo so come faccio. E grazie mille! Da fati marocchina permesso di soggiorno valido fino illimitata. soggiornante di lungo periodo - UE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i soldi fanno piacere a tutti ma regali da 5000 euro non hanno senso sono furti belli e buoni. Saresti stata più onesta a non accettarli. Poi ne parlavi con i figli se volevi.

      Elimina
    2. ma ci rendiamo conto di chi ci portiamo in casa? Gente che riesce a convincere i nostri anziani a dare 5mila EURO come regalo. Gente che prima rompe le balle per avere più soldi e poi alla fine quando è scoperta dice anche che li ha avuti come regalo perchè 5mila EURO in contanti non esistono. Si danno con assegno. Poi i figli avranno visto che c'era un assegno in giro sul conto corrente.
      La galera vi devono dare altro che vertenze

      Elimina
    3. le badanti raccontano solo balle, prima durante e dopo. Al solo pensiero che mi entri in casa una persona che prende regali di valore mi fa sentire stupida e fa sentire stupidi anche i propri genitori

      Elimina
  75. ma ancora ci sono le storie di una persona o due? Fare la badante è un lavoro a paga orario non contano il numero delle persone. E' come se una persona fa il cameriere e se i clienti una sera sono 10 prende una certa paga ma se la sera dopo sono 12 volesse di più. Ma andate al vostro paese che sono più furbi.

    RispondiElimina

Quando un singolo post ha oltre 200 commenti, quelli eccedenti i primi 200, non vengono subito visualizzati. Per leggerli tutti è necessario cliccare qui sopra (quando viene inserito) il link:
"Carica altro..."