giovedì 2 luglio 2015

Se la badante chiede il ricongiungimento familiare ...

La badante come tutte le persone che abitano, lavorano, vivono all'estero può chiedere il ricongiungimento famigliare. Questa è una procedura fra un emigrante (privato) e lo stato (pubblico) che lo ospita. Nulla a che vedere con il lavoro o la famiglia dell'assistito (privato). Si presume che la badante abbia un luogo dove stabilire la propria residenza, con il resto della sua famiglia per la quale chiede il ricongiungimento. L'ospitalità o la residenza presso l'assistito hanno valore unicamente all'interno del rapporto di lavoro e non hanno nulla a che vedere con i famigliari attuali o futuri della badante. Vale anche per le persone in maternità e i figli che ne verranno.

9 commenti:

  1. Salve,
    La badante dei miei genitori, sta richiedendo il ricongiungimento familiare sua figlia è minorenne, mi ha chiesto firmare il documento X l' idoneità di alloggio una delle tante voci X avere il nulla osta. Questo vuol dire che prenderà la resistenza dai miei ? Inoltre nella camera dove dorme la badante non c' entra un altro letto...e che responsabilità vanno incontro i mei e genitori firmando la richiesta di ospitalità anche nei confronti della legge italiana.
    Lei mi ha detto che cercherà una stanza, dove far stare sua figlia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so quali conseguenze potranno avere i tuoi ma una badante ha un posto di lavoro e basta. Non può fare un ricongiungimento a casa loro perchè non centra nulla con il contratto ma equivarrà ad un affitto e poi come la fai uscire? occorrerà uno sfratto. Mi sembra una pessima idea. Non cercherà mai una stanza, perchè dovrebbe se ha la residenza a casa dei tuoi genitori?

      Elimina
  2. Giovanni C. (CA)20 agosto 2017 23:10

    se la badante ha residenza lì porterà un figlio, una figlia, i figli, marito, sorelle ecc. è aperto un varco. Non può vivere un minore da un'altra parte perchè per il ricongiungimento deve indicare una residenza e magari anche quando i tuoi saranno in pace con l'anima loro nessuno potrà mettere per strada un minore. brutta storia

    RispondiElimina
  3. Giovanni C. (CA)20 agosto 2017 23:15

    ho letto attentamente il post di riferimento. "si presume che la badante abbia una sua abitazione", questo vale per i suoi famigliari e per le sue faccende ma se fa firmare a te l'idoneità dell'alloggio vuol dire che il minore avrà residenza a casa vostra e lui sarà la persona che ospiterà sua madre badante perchè la legge tutela il minore prima dei legittimi proprietari

    RispondiElimina
  4. ma perchè andate a ficcarvi nei guai? una volta presa la residenza di solito non si riesce più a toglerla e ci vuole minimo un anno perchè il comune la tolga, anzi il comune aspetta la richiesta di un'altro comune che comunica il cambio residenza. Non si tratta di essere cattivi ma corretti. Se la badante pensa di trovare "POI" una stanza, la trovi subito perchè potrà anche trovare una sistemazione fuori da casa vostra ma la scrittura, la residenza sarà li e alla fine chi toglierà al minore la residenza????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel comune di Padova ci vogliono 3 anni per togliere la residenza della badante, nonostante lei sia in Romania da due anni ed abbia dato le dimissioni.

      Elimina
    2. si ma quale problema reale ti da? Nessuno. s mandano il vigile non c'è e quindi con o senza residenza nessuna conseguenza

      Elimina
  5. il comune di residenza potrebbe fare delle storie sull'abitabilità e imporre modifiche e poi con che nucleo e con che immondizia con che tasse? Non fate queste cose, avrete solo guai.

    RispondiElimina
  6. Brutta storia. Le badanti non hanno peli sulla lingua a chiedere e inguaiare

    RispondiElimina

Quando un singolo post ha oltre 200 commenti, quelli eccedenti i primi 200, non vengono subito visualizzati. Per leggerli tutti è necessario cliccare qui sopra (quando viene inserito) il link:
"Carica altro..."