lunedì 24 gennaio 2011

chi fa il turno di notte deve lavorare?

la badante che fa il turno di notte, dalle 22 alle 6 (o alle 8) certamente non ha un impegno di sola presenza, è pagata per lavorare, quindi può avere mansioni di pulizia, lavanderia stiro ecc.. Poi ha le restanti ore della giornata sono di totale riposo quindi  può uscire e andare dove vuole fino all'inizio del nuovo turno.
La badante che fa il turno di notte non è convivente, si presuppone di giorno ci sia una persona convivente che fa il turnodi giorno (convivente). Quindi la badante di notte fa massimo 40 ore settimana e quindi massimo 5 notti settimana per 8 ore. Due notti sono turno di riposo.

3 commenti:

  1. pero' se io sono la badante convivente e il mio datore di lavoro mi chiede di assistere i suoi genitori anche di notte,e non si va mai a letto prima delle ore 23,e fra la 23 e le 6 devo alzarmi almeno 3 volte e verifficare come respirano,se hanno bisogno di aiuto e anche dare l'aiuto necesario,come cambia il mio stipendio- inquadramento?
    Faccio assistenza per due persone non autosufficiente, e il mio lavoro non finisce mai.Non dormo piu' di 4-5 ore al notte,e ho solo 2 ore libere di giorno- quando viene un'altra persona.
    Grazie

    RispondiElimina
  2. secondo me, nessuno vuole lavorare

    RispondiElimina
  3. Turno in che senso?
    Se una fa il turno di giorno, di notte dorme. Se fa il turno di notte lavora di notte e dorme di giorno

    RispondiElimina

Quando un singolo post ha oltre 200 commenti, quelli eccedenti i primi 200, non vengono subito visualizzati. Per leggerli tutti è necessario cliccare qui sopra (quando viene inserito) il link:
"Carica altro..."