lunedì 22 novembre 2010

qual'è la differenza tra presenza e assistenza notturna?

La presenza notturna di una badante è quasi sempre dovuta alla convivenza e alla necessità di non lasciare solo un anziano, è una presenza passiva. Durante la presenza notturna, la badante c'è ma non si vede. E' presente ma in riposo. Interviene solo in casi eccezionali e di gravi necessità. A alcuni contratti parlano di massimo una chiamata a notte di non oltre 10 minuti e soprattutto non continuativa (non tutte le notti). Questo è il classico vivere di una badante impegnata in casa 24 ore su 24, convivente e assunta per il massimo delle ore (54). Di notte, ovviamente, dorme. Chi fa assistenza notturna invece lavora di notte. E' il caso di assistenze molto impegnative  e di veglia durante tutta la notte, con un turno di lavoro che va concordato a seconda delle situazioni, ma prevede cena e colazione  a carico dell'assistito e un orario di lavoro che può andare dalle 22 alle 6 o in certi casi anche alle 8 del giorno successivo.

47 commenti:

  1. Se non deve fare sistenza la notti perchè devo restare in casa ansiano?
    grasie tanti Michael

    RispondiElimina
  2. Convivenza vuol dire vivere insieme. Se il contratto di lavoro è di convivenza (cioè garantisce vitto e alloggio alla badante) vuol dire che ci saranno ore di riposo e ore di lavoro. Le ore di riposo, fatta eccezione le ore di liberà, il pomeriggio libero (12ore) e la Domenica intoccabile (24 ore) sono ore di presenza in casa.
    Come il turno di riposo di un custode di una villa.
    Il lavoro ordinario (non urgente), si rimanda alle ore di lavoro ma se prende fuoco la casa si spegne l'incendio e poi si chiedono le ore straordinarie pagate.
    nelle ore di riposo, ovviamente non ci possono essere continue chiamate di assistenza altrimenti è assistenza e non "presenza passiva" (cioè ci sono ma non lavoro ce non urgente).
    Non si può fare continuamente giorno e notte.
    Deve esserci riposo. Quindi non esiste un lavoro riconosciuto 24 su 24 ore, ma un lavoro massimo di 54 ore di lavoro settimanali e le restanti di riposo o di libertà con la possibilità di qualche ora straordinaria che non può essere abituale altrimenti non sarebbe più straordinaria (cioè extra il normale ordinario)

    RispondiElimina
  3. l'assistenza notturna è una cosa più infermieristica che di compagnia, occorre personale specializzato e costa una cifra.

    RispondiElimina
  4. Non ho capito.
    Si paga una persona per venire a dormire a casa propria?
    Neanche agli amici do denaro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e quello che penso io da sempre.

      Elimina
    2. e quello che penso io da sempre.

      Elimina
    3. se però un anziano ha paura a dormire da solo non c'è alternativa ad avere compagnia di notte. Più si invecchia e più si teme di non svegliarsi più il mattino successivo.

      Elimina
  5. l'assistenza non è in amicizia è lavoro, notturno per giunta

    RispondiElimina
  6. l'assistenza notturna vuol dire dormire accanto all'assistito pronti ad intervenire altrimenti è presenza e basta.
    Cambiare i pannoloni di notte? Ci sono i cateteri per uomini e donne, ve li fate prescrivere da un geriatra e l'ASL ve li deve dare.

    RispondiElimina
  7. quanto devono pagare ad una persona soltanto per la presenza notturna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 637,14 Euro, è un livello unico per la sola presenza che vuol dire esserci senza far niente salvo rari casi eccezionali. E' una sorta di fare la guardia dormendo però. Vuol dire essere in casa e basta, qualora fosse necessario intervenire.

      Elimina
    2. se si trattasse di vera assistenza notturna le paghe diventerebbero di due tipi almeno:
      autosufficienti 951,36 Euro
      non autosufficienti 1078,44Euro
      mentre se ci fosse la necessità di un'assistenza più professionale si salirebbe a 1332,20 Euro

      Elimina
    3. Salve, a me è stato proposto un rapporto di assistenza notturna dalle 20 alle 08 per una persona anziana, reduce dalla rottura del femore sanata con intervento, che ha bisogno durante la notte di assistenza per la sostituzione del panno, in quanto incapace di contenere lo stimolo urinario causato anche da alcuni medicinali assunti. Sostanzialmente ogni notte, minimo due volte ma a volte si arriva anche a quattro volte, devo accompagnare in bagno, perchè deambula a fatica, la signora e aiutarla nella sostituzione del panno. Ho la stanza a disposizione con un sistema di intercomunicazione attraverso cui vengo chiamata dalla signora. Al mattino poi mi occupo della preparazione della colazione e la somministrazione dei medicinali.
      Posso gentilmente chiedere se la mia prestazione rientra fra la semplice presenza o fra l'assistenza al'anziano autosufficiente

      Elimina
  8. L’obbligo alla presenza notturna per la badante convivente non è una forma di schiavitù moderna? La badante ha finito l’orario di lavoro, ma è obbligata a rimanere in casa del’assistito ???????????? Quando ha finito di lavorare, alla fine della giornata, se ne può andare via; sono fatti suoi come e dove passa il tempo di riposo , il suo tempo libero.
    Siamo esseri umani! Sicuramente nessuna badante uscirà tutte le sere o le notti, ma si deve capire ………… La schiavitù è stata abolita !!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene allora vai a lavorare a giornata fai le tue 8 ore e basta e poi vai ad abitare a casa tua dove paghi bollette di luce, gas, riscaldamento affitto spese condominiali ecc.
      Invece tu vuoi vitto alloggio e solo 8 ore di lavoro? Vai a lavorare in un negozio e poi vedi se ti lasciano dormire dentro e ti lasciano libera di andare e venire quando vuoi

      Elimina
    2. signore, questo lavoro non vi piace? Andate a trovarne un'altro questo si fa così e basta. C'è un contratto nazionale e vale per tutti, altrimenti vai a fare la barista

      Elimina
  9. Buona sera io avrei bisogno di un'informazione. Lavoro come badante part time, sostituisco la badante full time durante il we. Inizio a lavorare alle 12 di sabato e finisco alle 20 di domenica. Il mio datore di lavoro sostiene che la notte che passo li dalle 20.00 orario in cui l'assistita va a letto alle ore 07.00 del mattino dopo io non devo essere retribuitA dato che trattasi di sorveglianza notturna passiva. La sig.ra non è autosufficente ma generalmente dorme. La cosa strana è che per dormire li mi trattiene dei soldi dallo stipendio per l'alloggio. Ma è normale? Helena

    RispondiElimina
  10. Salve ho una richiesta.quanto si paga all'ora una persona che faccia compagnia ad una persona disabile quindi in casa non deve fare nulla.solo compagnia parlare guardare tv stare vicino? Grazie Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qualche ora? in nero? assunta? un giorno la settimana? di notte? notte e giorno? se una persona fa qualche ora si dovrebbero usare i voucher INPS, se è assunta la paga oraria diminuisce. Se il lavoro è di un mese per esempio (quindi lavoro a tempo determinato) costa tutto di più. Mentre per esempio se si assume a tempo indeterminato ma dopo 15 giorni si licenzia costa meno l'ora ma si deve dare una settimana di preavviso.

      Elimina
    2. La domanda è troppo generica. si va da 4,47 Euro ora per un livello A a 7,93 Euro per un livello DS, poi ci sono i contributi, vitto e alloggio, TFR, tredicesima ecc.se il lavoro è occasionale anche di sola presenza e sotto le 24 ore settimanali potrebbe essere considerato un lavoro festivo assimilabile e un lavoro straordinario con maggiorazione rispetto ad un lavoro standard. Così è indeterminabile

      Elimina
  11. VORREI VEDERE CHI LAVORA DI NOTTE

    RispondiElimina
  12. se si assume è perchè si ha bisogno di una persona che lavori altrimenti si da ospitalità in cambio di compagnia. Tenete presente che se una badante viene assunta di giorno non si alzerà mai di notte nemmeno se il suo assistito schiatta

    RispondiElimina
  13. Ho un problema. Abbiamo assunto una badante per mia nonna con contratto cs 54 ore convivente. Lei sostiene che la domenica notte e la notte dei giorni festivi possa passarla a casa sua senza rientrare. Io invece avevo capito che la domenica è libera 24 ore ma 12 di presenza in casa. Mi sbaglio? Il regime di convivenza non prevede la semplice presenza notturna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. facciamo bene i conti perchè non so se ho capito bene.
      Una badante comincia ad entrare in servizio alle ore 00.01 di Lunedì (quindi dalla mezzanotte di Domenica in avanti). Fino alle 8.00 poniamo riposi (presenza in casa senza lavorare, quindi dorme), dalle 8.00 alle 14.00 lavora. Alle 14.00 esce (quindi ha fatto 6 ore di lavoro fino a quel momento) se vuole, altrimenti se preferisce stare in camera sua perchè fuori piove o nevica sta in camera sua ma non è in "presenza" ma è come se fosse assente fuori. Alle 16,00 rientra ma fa un ora di sola presenza senza intervenire fino alle 17.00, cioè non lavora ma è presente e interviene se è necessario (questi intervento sono straordinari ed eventualmente questi tempi vanno a recupero in altri giorni o altri momenti della giornata ( magari si alza mezz'ora più tardi il giorno dopo) oppure si pagano come ore straordinarie. Alle 17 riprende servizio (cioè lavora per 4 ore consecutive fino alle 21,00). Dalle ore 21, fino di nuovo alle 8.00 del mattino torna in sola presenza perchè ha diritto ad un riposo continuativo di 11 ore almeno (quindi 11 ore consecutive dove garantisce presenza e interviene in casi di reale urgenza e straordinarietà, se interviene è straordinario o si recupera facendo più riposo in altri momenti della giornata). Questo è un esempio di orario che badante e datore di lavoro decidono all'atto della sottoscrizione del contratto in fase di assunzione è solo UN ESEMPIO. Quello che è fisso è che 11 sono le ore di riposo continuate e 2 devono essere le ore libere. Questo a tutela della badante per il suo riposo fisico e mentale. La badante dal canto suo ha l'obbligo di garantire nelle ore eccedenti queste 11+1+2=14, 10 ore di lavoro e nelle sue ore di riposo 11+1= 12 presenza mentre per le due ore di libertà è libera di fare quello che meglio crede. 54 ore di lavoro si intendono 10 ore per 5 giorni, più 4 ore di lavoro nel giorno di mezza giornata libera (10x5= 50+4=54).
      La mezza giornata libera (24:2=12 ore libere) si concorda fra datore di lavoro e badante. Questo vuol dire che per esempio Dalle 00.00 si riposa ma si è presenti, dalle ore 8.00 alle 12.00 si lavora, dalle 12.00 alle 00.00 dello stesso giorno la badante è libera e può anche rientrare a mezzanotte. Libera non vuol dire presenza o un po' di lavoro vuol dire fuori casa o in casa se preferisce stare li perchè fuori nevica ma come se fosse assente. La Domenica e tutte le feste riconosciute dallo stato italiano più la festa del patrono sono 24.00 libere fuori, cioè si esce alle 00.00 del mattino e si rientra alle 00.00 della notte. (normalmente invece succede che la badante stia in casa fino alle 8.00 del mattino quando si alza per uscire e poi rientri alle 8.00 del giorno successivo (le 8 di Lunedi se il giorno di festa per esempio era Domenica. Queste cose però si concordano fra badante e datore di lavoro, purchè non ledano il giusto riposo della badante ma nemmeno sconvolgano le necessità della famiglia. cioè la badante non può intendere 12 ore libere (mezza giornata) dalle 8 del mattino alle 20.00 di sera perchè sono si 12 ore libere ma mancherebbero le 4 ore di lavoro. Del resto la famiglia non può per contro dare le 12 ore libere dalle 20 di sera alle 8 del mattino successivo, a meno che sia contenta la badante perchè ci sarebbero in mezzo 10 ore possibili di lavoro anzichè 4 (nulla vieta che ci si metta d'accordo che la mezza giornata libera è dalle 20 della sera alle 8 del mattino successivo (sempre che sia una richiesta condivisa o voluta dalla badante e la badante lavori dalle 8 del mattino fino alle 12 e dalle 12 alle 20 di sera dorma per poi uscire alle 20) tutti questi orari non sono fissi ma frutti del libero accordo fra badante e famiglie per rispettare le esigenze di entrambi. Non so se sono stato sufficientemente esaustivo. Bisogna distinguere tra lavoro, presenza e libera uscita.

      Elimina
    2. BEL DISCORSO sig. Michele. Però tutto questo vale solo per persone eventualmente assunte. Chi è più furbo paga meno e ha più servizi rivolgendosi a cooperative o agenzie.

      Elimina
  14. Bupngiorno...sono Marianne ..per piacere vorrei sapere per un lavoro di acompagnamento...5 giorni pet 2,5 ore al giorno come si puo farre per un contratto? Come si paga?si lavora oppure solo acompagnamento?si paga al ora oppure una somma al mese...grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marianne,
      non esiste una paga oraria su mezze ore quindi o fai 2 ore o ne fai 3, altrimenti ci sarebbe la paga al minuto o alla mezz'ora. Esiste solo la paga oraria, la paga ogni ora. Detto questo dipende da come sei inquadrata perchè se ti assumono con livello AS fai solo compagnia e per 12 ore a settimana esiste un contratto scritto che vale 260 Euro mese. Se invece ti assumono con livello BS sempre a 12 ore settimana con contratto e pagamento dei contributi la paga è di 294,32 Euro ma sono comprese in quelle ore anche le pulizie.

      Elimina
    2. Marianne,
      sia nel caso di assunzione a livello AS o livello BS esiste un contratto scritto con busta paga ferie e festività e tfr. In entrambi i casi i contratti sono regolari con tutte le cose che spettano a qualsiasi livello si venga assunti.

      Elimina
  15. Marianne, non ho capito che lavoro è il tuo. Tu fai compagnia all'anziano o a disabile e basta cioè 12 ore e mezza alla settimana? Se è così puoi solo venire assunta a paga oraria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accompagnare o fare compagnia è comunque un lavoro. Il contratto scritto si fa anche solo per un ora al mese. Tu vuoi pulire, cucinare? Se al tuo datore di lavoro serve una persona che fa le pulizie e che tiene compagnia te lo dirà e se a te va bene vi metterete d'accordo o lascerete perdere. Una cosa è certa, una famiglia non può assumere una persona che guarda, una che ascolta, una che cucina ecc. ecc.

      Elimina
    2. Queste domande hanno dell'assurdo. Se andate a lavorare in un ufficio e vi danno un lavoro al computer e capita che c'è da fare una fotocopia o vuotare il cestino voi cosa fate? Rifiutate? Queste persone nelle aziende vengono inquadrate come lavative. Il livello con il quale si è assunti riguarda la mansione principale e questo serve per definire una categoria, poi ogni famiglia ha esigenze diverse ma se cominci un lavoro così, cominci male e ti conviene lasciar perdere per il bene tuo e della famiglia che pensa di assumerti. Io il contratto a una che comincia a mettere paletti prima di cominciare a lavorare non la prenderei mai. Non è il sindacato, la legge, lo stato o il sindaco che decidono quanto denaro e quanto lavoro ma le due parti e cioè tu e chi ti propone la sua offerta di lavoro. Perchè chiedere qui, in un blog qualsiasi, cosa devi o non devi fare? Per la paga che ti danno a te va bene il lavoro che ti chiedono? SI? Bene allora accetti. NO? Allora non accetti nemmeno se t danno il doppio della paga prevista.

      Elimina
    3. Per come si legge qui, non c'è ancora un contratto e già si vuole sapere cosa non si deve fare. Tu cerchi un lavoro o un solo un espediente per come avere soldi senza far nulla?

      Elimina
  16. perchè c'è gente che si porta in casa fannullone divoratrici di telenovelas sempre attaccate al telefono?

    RispondiElimina
  17. la badante convivente per contratto nazionale è tenuta a dare la presenza (restare in casa) comunque nelle sue ore di riposo, Durante i giorni di lavoro. Cioè due ore le può passare fuori casa ma le altre 22 ore deve essere in casa anche se non lavora e dorme

    RispondiElimina
  18. salve, vorrei una informazione, assistevo una donna molto malata, era totalmente paralizzata con tanto di de piaghe da decubito
    e incontinenza fecale, si doveva girare e cambiare tutto 3-4 volte a notte,far da mangiare lavare piatti ed stirare quello che si lavava di giorno, lavoravo dalle 7 di sera alle 8 del mattino, per 1.200 euro e la cooperativa Santa Rosa Faceva di tutto per decurtarmi lo stipendio allegando era troppo, ahh alla assunzione ho dovuto dare alla Santa Rosa 200 euro per trovarmi il lavoro, che poi dopo 28 giorni e morta la sgra, posso chiedere la restituzione???? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando si lavora per le cooperative occorre leggere bene il contratto che si firma. Molto spesso le cooperative non prendono soci ma aiuti con partita IVA. Se una persona è socia può chiedere di recedere dalla cooperativa e riavere la quota d'iscrizione altrimenti se per 200 euro ti procuravano lavoro occorre capire quanti lavori e per quanto tempo vale la regola e per quante proposte quando lo perdi. Ci sono mille contratti, mille clausole e mille regole e il contratto che hai fatto lo sai tu.

      Elimina
  19. Buon giorno,
    avrei bisogno di alcune informazioni.
    Sono una persona di 40 anni italiana e mi è stato chiesto di far compagnia a una signora con depressione tutto il giorno, io ho una mia casa e potrei tornare a casa a dormire la notte dopo aver finito il lavoro, ma mi è stato chiesto anche la presenza notturna per rassicurare la signora. Mi chiedo in questo caso come viene inquadrato il tipo e di lavoro e quanto ammonterebbe lo stipendio?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ago75
      se quello che devi fare è di sola compagnia, niente lavoro, niente cucina, nienta lava stiro il livello è AS convivente. Si limita alla compagnia con un lavoro massimo di 54 ore settimanali (se ne fai 40 la paga è la stessa perchè il livello AS convivente prevede questo) per un compenso mensile di 738,23 lorde saranno a tuo carico una parte dei contributi e quindi il mese netto sarà di 677,39 Euro. Alla fine dell'anno dovrai presentare una denuncia dei redditi ma pagherai pochissimo di tasse pfraticamente solo le imposte comunali un centinaio di euro al massimo (dipende dai comuni) mentre di tasse allo stato non dovresti pagare nulla per il recupero mensile di 80 euro di tasse e la cifra di 8000 euro esenti anno.

      Elimina
  20. Salve io faccio il badante a una donna non auto sufficiente turno di notte dalle 18 alle 9del mattino per 1000 euro al mese in nero le preparo cena a lei e al marito con demenza senile poi lavo e cambio il pannolone alla moglie e controllo lui che si metta il suo la moglie la controllo e la giro due o tre volte a notte non mi fa cena

    RispondiElimina
  21. Salve io faccio il badante a una donna non auto sufficiente turno di notte dalle 18 alle 9del mattino per 1000 euro al mese in nero le preparo cena a lei e al marito con demenza senile poi lavo e cambio il pannolone alla moglie e controllo lui che si metta il suo la moglie la controllo e la giro due o tre volte a notte non mi fa cena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sergio Basso, non ho capito la domanda. Tu vorresti la cena per il lavoro che fai o la tua domanda è un'altra?
      Comunque il tuo livello minimo deve essere CS con un lavoro massimo di 54 ore settimanali e 11 ore di riposo al giorno. Ti devono garantire colazione del mattino e cena della sera. Il contratto minimo regolare, prevede una paga di 1110,18 Euro che netti dei contributi a tuo carico sono 1049,34 Euro poi avrai le tasse da pagare ma avrai anche un mese di ferie e tredicesima e TFR che corrispondono ad altri due mesi di stipendio in più. Non importa quante volte ti alzi di notte perchè il tuo non è un lavoro di presenza ma di assistenza attiva. La presenza prevede che si sia presenti ma non si faccia nulla salvo condizioni saltuarie e straordinarie di effettiva necessità, non tutte le notti non più volte in una notte.

      Elimina
  22. Salve forse mi sono e spesso male la cena me la porto da casa perché qua o gia il problema per far loro cena ma e come ti trattano io o lavorato presso altre persone ma ero trattato molto meglio io vorrei essere trattato per quello che faccio e non perché sono un uomo che questo lavoro poi sono 15 ore al giorno dalle18 alle 9del mattino e alla notte non mi interessa se mi alzo per girarla due o tre volte per notte o a cambiarla ma che lo stipendio sia adeguato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sergio Basso, purtroppo delle volte si creano situazioni a favore di badanti altre a favore di famiglia in questo lavoro occorre anche avere fortuna sia per la o il badante, sia per la famiglia. ti ho messo quello che dovrebbe essere il minimo da chiedere. Il tuo è un lavoro di assistenza non di sola presenza quindi la qualifica minima e lo stipendio minimo che ti devono garantire è quello. devi farti valere da solo. devi chiedere, chiedere, chiedere.

      Elimina
  23. Scusate ho una domanda io lavoro come badante a in disabile di 44 anni che ha sclerosi multipla quindi no si puo muovere proprio e mi ha fatto il contratto di lavoro di 25 ore settimanale io faccio 24 su 24 with adesso mi vuole licenziare perche io no voglio stare piu 24 su 24 perche la mia ragazza email incinta in 7mesi email quindi no la posso lasciare da sola la notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci sono punti fermi che non possono essere messi in discussione finchè non cambiano le leggi. Oggi una/un badante può essere licenziata senza motivazioni, l'unico obbligo sono 15 giorni di preavviso

      Elimina
  24. Scusate ho una domanda io lavoro come badante a in disabile di 44 anni che ha sclerosi multipla quindi no si puo muovere proprio e mi ha fatto il contratto di lavoro di 25 ore settimanale io faccio 24 su 24 with adesso mi vuole licenziare perche io no voglio stare piu 24 su 24 perche la mia ragazza email incinta in 7mesi email quindi no la posso lasciare da sola la notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chi assume una persona lo fa per fargli svolgere una funzione e non può prendersi carico dei problemi di chi viene assunto. Non c'è ragione che dia possibilità al badante se un parente o un amico stanno male fatto salvo la morte di un congiunto di primo grado, la propria malattia, la maternità (vale solo per chi chi diventerà madre). Tutto il resto non da scusanti. Un conto però è lavorare con contratto a 25 ore settimana altra cosa è lavorare 24 ore giorno

      Elimina

Quando un singolo post ha oltre 200 commenti, quelli eccedenti i primi 200, non vengono subito visualizzati. Per leggerli tutti è necessario cliccare qui sopra (quando viene inserito) il link:
"Carica altro..."