martedì 23 novembre 2010

se la badante non rientra dalle ferie cosa si fa?

se la badante, la colf, l'operaio o il dirigente non rientrano dalle ferie ci deve essere un motivo che va giustificato e dimostrato per tempo.
Se la badante convivente o meno, ospite o residente presso l'assistito, non si presenta alla fine delle ferie senza motivazione valida o senza certificato medico è da considerare a tutti gli effetti un "abbandono ingiustificato del posto di lavoro".
L'assenza deve essere motivata immediatamente al datore di lavoro e comunque entro 24 ore (contratto nazionale, voce "Assenze e permessi"). Le assenze per malattia o infortunio, devono essere comprovate da certificato medico (il mancato rientro è di fatto una "assenza"). Il giustificativo (la carta del medico) va spedita al datore di lavoro entro due giorni dall'evento (fa fede il timbro postale). Sarà interesse della badante che vuole mantenere buoni rapporti di lavoro con l'assistito, avvisare prima possibile il datore di lavoro. Le assenze non giustificate entro il terzo giorno, salvo casi di forza maggiore, si intendono dimissioni in tronco senza preavviso.

3 commenti:

  1. Se la badante non rientra e manca per tre giorni consecutivi vuol dire che si è licenziata lei o va iniziata la pratica di licenziamento?
    Grazie per l'aiuto.

    RispondiElimina
  2. Una badante che si assenta per oltre tre giorni dal posto di lavoro, va considerata come un lavoratore che ha lasciato in tronco il lavoro. Se non c'è un giustificato motivo si è licenziata da sola e non ha diritto al preavviso. Prenderà comunque TFR, porzione della tredicesima, ferie se dovute e giorni o ore lavorate.

    RispondiElimina
  3. speriamo la mia si assenti per 4 giorni (per andare sul sicuro) così si licenzia da sola

    RispondiElimina

Quando un singolo post ha oltre 200 commenti, quelli eccedenti i primi 200, non vengono subito visualizzati. Per leggerli tutti è necessario cliccare qui sopra (quando viene inserito) il link:
"Carica altro..."