mercoledì 10 novembre 2010

la badante paga le tasse?

Si, come tutti coloro che a vario titolo producono un reddito. Però a differenza di altri lavoratori che sono occupati in fabbriche, le badanti  sono assunte da una persona fisica (e non da una ditta) che quindi non preleva dal loro stipendio tasse da consegnare allo stato. Alla fine dell'anno ogni badante può chiedere al proprio datore di lavoro un prospetto simile al CUD (dichiarazione sostitutiva del CUD), che raccoglie tutte le somme percepite nell'anno. Se la badante nell'anno ha lavorato per più di un solo datore di lavoro, metterà assieme tutti i CUD e farà la sua denuncia dei redditi, magari facendosi aiutare da un CAF di un sindacato. Sotto gli ottomila Euro di soldi guadagnati (CUD o somma dei CUD) la badante avrà un abbuono pari alla tassa IRPEF che dovrebbe pagare. Pagherà solo eventuali piccole tasse su immondizia ecc. Sulle cifre eccedenti (quelle in più degli 8000) pagherà il 23% di tasse.

12 commenti:

  1. Non c'è badante che paghi tasse, però adesso se non le paga e non ha una busta paga, anzichè mandare soldi gratis al suo paese tutte le volte paga una marca da bollo di 14,62 Euro.
    In alternativa deve presentare la dichiarazione dei redditi (il modello UNICO per intenderci).
    Anche le badanti sono evasori al pari di tanti artigiani che non emettono fattura

    RispondiElimina
  2. salve, non mi è chiara una cosa : io, lavorando come badante, ho un reddito di poco superiore agli 11.000 euro. Il 23 % lo devo pagare su 11.000 euro oppure mi abbuonano i primi 8000 euro e il 23% lo pago sui restanti 3000 euro e qualcosa? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. reddito 11.000 meno 8.000 di abbuono, uguale 3.000 da tassare al 23% totale tasse da pagare 3.000x23:100=690 EURO (690 Euro di tasse da pagare) presentando il prossimo anno (forse Maggio o Giugno) la denuncia dei redditi.
      Da considerare però anche gli 80 euro mere da recuperare 960 massimo all'anno non recuperabili gli anni successivi. Quindi 690 Euro di tasse da pagare MENO 960 Euro di tasse recuperabili UGUALE a - 27o Euro (MENO 270 Euro) che però non verranno pagati dallo stato perche sono un abbuono (fino a 960 EURO) quindi non dovresti pagare nulla per il 2015 ... salvo eventuali piccole tasse comunali.
      Il problema è che se 11.000 euro li guadagni nel 2015 pagherai le tasse nella denuncia del 2016. Cosa fa allora lo stato? Il prossimo anno 2016 ti chiederà le tasse per il 2015 + (PIU') un acconto anche per il 2016 su quello che presumibilmente guadagnerai (basandosi sui redditi del 2015) salvo successivo ricalcolo, e quindi nel 2016 potrebbe chiederti (tutto da vedere, perchè le regole cambiano in continuazione) le tasse non versate nel 2015 + quasi il totale delle tasse del 2016 (magari con un acconto a Giugno/Agosto e un saldo a Novembre). Quindi il secondo anno a molte persone sembra di pagare tanto ma in realtà si paga perchè il primo anno non si è pagato fino a denuncia dei redditi. Dal terzo anno in avanti con acconti e conguagli si pagano invece le tasse relative più o meno di ogni anno. Va considerato che per tutti gli altri lavoratori dipendenti il prelievo delle tasse viene fatto ogni mese più un conguaglio a Dicembre dello stesso anno.

      Elimina
    2. tutto giusto però quast'anno, anzi per lo scorso anno a me risulta che il recupero possibile è sino a 640 Euro e non fino a 960 Euro come è scritto qui sopra. Quindi nell'esempio qui sopra le tasse da pagare facendo il modello 730 e non l'Unico si recupererebbe quasi tutto e si pagherebbero solo 50 Euro di tasse.

      Elimina
    3. avete quasi ragione tutti e due perchè si possono recuperare fino a 80 Euro al mese ma non oltre 640 euro complessivi. Quindi tende a favorire quelli che lavorano fino a 8 mesi in un anno. (80x8=640) chi lavora 9 mesi comunque il massimo detraibile resta 640 Euro e questi vanno tolti direttamente dalla tassa da pagare (IRPEF) mentre resta sempre valido lo sconto di 8000 Euro sul reddito complessivo. Lo sconto 80 euro mese vale per chi ha avuto un reddito almeno di 8000 Euro e massimo di 26000 Euro

      Elimina
    4. grazie mille ! siete stati tutti molto gentili e chiari !

      Elimina
    5. Fatti fare da un Caf il 730 così li recuperi (li porti subito in detrazione) altrimenti con il modello Unico non porti nulla in detrazione e hanno tempo 2anni per renderteli. Una dichiarazione costa 100/150 Euro

      Elimina
  3. Salve, a distanza di un anno ritorno su questo post : volevo dirvi che purtroppo la questione dell'abbuono dei primi 8000 euro è errata ! Come sono andata al patronato ho pagato la tassazione del 23 % sull'intero reddito e non sull'eccedenza degli 8000 euro ( io ho un reddito di circa 13.000 euro e devo paggare quasi 2700 euro - mi son fatta detrarre le spese mediche ) come ho chiesto della questione dell'abbuono dei primi 8000 euro la ragazza mi ha risposto che non è più cosi. Non paghi tasse fino a 8000 euro si, ma se li superi la tassazione è su tutto e non solo sull'eccedenza. Spero che non si siano sbagliati . A voi cos'hanno detto ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusa ma non c'è senso. Se uno prende in un anno 7999 euro non paga nulla e se prende 8000 paga 1600 Euro?

      Elimina
    2. Non è che si sta confondendo la tassazione dell'anno con l'anticipo da pagare per l'anno successivo? Perchè in tal caso dovete andare al patronato o al sindacato con la denuncia precedente per farvi togliere l'anticipo che avete già pagato lo scorso anno. Le tasse si pagano così. Si pagano sul lavoro e sul guadagno fatto mlo scorso anno però poi si paga circa il totale anche delle tasse per l'anno in corso (quest'anno). L'anno prossimo si pagheranno quelle di quest'anno MENO GLI ANTICIPI GIA' VERSATI QUEST'ANNO. Prsticamente si paga molto il primo anno il secondo in pratica si sistemano le tasse dell'anno prima e si pagano le tasse sul lavoro che si presume di fare/guadagnare

      Elimina
  4. Andrò a informarmi ! che pasticcio aiuto ! non se ne capisce davvero nulla !

    RispondiElimina
  5. le tasse funzionano così. Per tutti (salvo i dipendenti di aziende, ai quali vengono trattenuti ogni mese dal datore di lavoro) le tasse si pagano l'anno successivo.
    Es. un meccanico (e quindi anche una badante alla quale il datore di lavoro non trattiene e non versa nulla allo stato se non i contributi) comincia a lavorare nell'anno 2015. Lavora per tutto l'anno e l'anno successivo (Maggio Giugno circa 2016) paga le tutte le tasse dell'anno precedente. Non solo paga anche un acconto sutte tasse del 2016 e a novembre paga una seconda rata d'acconto sull'anno 2016. In pratica a fine anno nel 2016 si trova ad aver pagato il 2015 e circa il 99% delle tasse del 2016. Il calcolo viene fatto sui guadagni presunti e non reali, basandosi sui guadagni dell'anno precedente. A maggio Giugno del 2017 pagherà la differenza fra quello già pagato nel 2016 per il 2016, più l'anticipo per il 2017. Sembra complesso ma non lo è. In pratica il primo anno si passanop 18 mesi prima di pagare le tasse ma poi lo stato ogni sei mesi le vuole e non è un anticipo ma solo un calcolo presumibile di quel che è. Ovviamente quando si va a fare la denuncia dei redditi occorre portarsi la denuncia dell'anno precedente altrimenti si paga doppio per tutti gli anni perchè non si tiene mai conto degli anticipi. Non ho trovato nessuna norma dove dicano che gli 8000 euro siano stati annullati e comunque tutti hanno una franchigia fino alla nquale non si paga e viene chiamata spesa per produrre il reddito. Se così non fosse sarebbe iniquo il conto per la categoria delle badanti. Inoltre per chi deve pagare qualcosa ci sono anche gli 80 euro da recuperare al mese sulle tasse.

    RispondiElimina

Quando un singolo post ha oltre 200 commenti, quelli eccedenti i primi 200, non vengono subito visualizzati. Per leggerli tutti è necessario cliccare qui sopra (quando viene inserito) il link:
"Carica altro..."